Libri

Lista delle mie letture abbandonate in corso d’opera

Sapete, ho realizzato – scoperta del secolo, tenetevi forte – che sul blog parlo sempre e solo dei libri che ho finito di leggere, per cui oggi sono qui per elencare quei libri che, nella mia libreria, ho cominciato e mai finito, nella speranza che un giorno io decida di riprenderli in mano e dare loro un’altra occasione.

Bando alle ciance, cominciamo subito con la mia – seppur abbastanza breve – lista.


Jeffery Deaver, La Dodicesima Carta

9788817022477_0_0_769_75

Trama: Harlem, biblioteca del Museo afroamericano. La sedicenne Geneva Settle sta cercando notizie di un suo antenato vissuto nella metà dell’Ottocento che, ex schiavo, si era battuto per i diritti civili della gente di colore per poi finire misteriosamente in carcere. Mentre la ragazza è concentrata nella ricerca, un uomo si avventa alle sue spalle e tenta di violentarla. Nonostante sembri un tentativo di stupro, Lincoln Rhyme inizia a indagare con l’aiuto di Amelia Sachs. In effetti, l’uomo ha un obiettivo più impegnativo: uccidere la povera Geneve. E per far questo non esita a uccidere il bibliotecario che forse ha visto qualcosa. Il primo indizio che Rhyme ha a disposizione? La dodicesima carta dei tarocchi, l’Impiccato.

Perché non l’ho mai finito: Acquistato poco dopo aver terminato La figlia sbagliata, riponevo in questo libro la speranza di ritrovarmi completamente travolta dalla situazione fin da subito… Invece l’ho trovato lento, così letto che alla fine ho decido di metterlo da parte e di passare ad altro.


Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray

9788804516651_0_0_1927_75

Trama: Il sogno di possedere un ritratto che invecchi al suo posto, assumendo i segni che il tempo dovrebbe tracciare sul suo volto angelico, diviene per Dorian Gray una paradossale, terribile realtà. Ma non saranno tanto le tracce del tempo che passa a fermarsi sul dipinto di quel bellissimo giovane, quanto le nefandezze di cui la sua anima si è macchiata. Un’anima giunta al culmine della dissolutezza, corrotta e degradata, trascinata nell’abisso della turpitudine e del vizio dal cinismo e dalla sfrenata avidità di piaceri di ogni sorta. Dalla sua sfida diabolica alla giovinezza eterna, Dorian uscirà sconfitto, schiavo di un ideale, assurdo desiderio di far coincidere l’arte con la vita.

Perché non l’ho mai finito di leggere: Acquistato nel 2009, a seguito dell’uscita al cinema del remake con Ben Barnes. Non ero pronta per questo libro (e forse non lo sono nemmeno tutt’ora), eppure l’ho letto fin oltre la metà, fino a quando non ho deciso di metterlo da parte per dedicarmi a qualcosa di più recente e più leggero.


Stieg Larsson, Uomini che odiano le donne

71d2qaoidll

Trama: Sono passati molti anni da quando Harriet, nipote prediletta del potente industriale Henrik Vanger, è scomparsa senza lasciare traccia. Da allora, ogni anno l’invio di un dono anonimo riapre la vicenda, un rito che si ripete puntuale e risveglia l’inquietudine di un enigma mai risolto. Ormai molto vecchio, Henrik Vanger decide di tentare per l’ultima volta di fare luce sul mistero che ha segnato tutta la sua vita. L’incarico di cercare la verità è affidato a Mikael Blomkvist: quarantenne di gran fascino, Blomkvist è il giornalista di successo che guida la rivista Millennium, specializzata in reportage di denuncia sulla corruzione e gli affari loschi del mondo imprenditoriale. Sulle coste del Mar Baltico, con l’aiuto di Lisbeth Salander, giovane e abilissima hacker, indimenticabile protagonista femminile al suo fianco ribelle e inquieta, Blomkvist indaga a fondo la storia della famiglia Vanger. E più scava, più le scoperte sono spaventose.

Perché non l’ho mai finito: Di questo libro dicono che, superate le 60 pagine, poi non ci si riesce più a staccare. Indovinate un po’ chi non è mai riuscita a superare quelle 60 pagine, lol.


J. R. R. Tolkien, Il Signore degli Anelli

71vqpy4k47l

Trama: Romanzo d’eccezione, al di fuori del tempo: chiarissimo ed enigmatico, semplice e sublime. Esso dona alla felicità del lettore avventure in luoghi remoti e terribili, episodi d’inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano a poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d’argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi e oscuri; e tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male. Leggenda e fiaba, tragedia e poema cavalleresco, il romanzo di Tolkien è in realtà un’allegoria della condizione umana che ripropone in chiave moderna i miti antichi.

Perché non l’ho mai finito di leggere: L’avevo cominciato alcuni anni fa e mi piaceva parecchio… Ma poi la sessione invernale e la stanchezza di passare l’intera giornata sui libri hanno avuto la meglio e alla fine ho deciso di rimandare la sua lettura.


J. K. Rowling, Il Seggio Vacante

9788867150960_il_seggio_vacante

Trama: A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un’idilliaca cittadina inglese. Un gioiello incastonato tra verdi colline, con un’antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti. Tutti a Pagford, dietro le tende ben tirate delle loro case, sembrano aver intrapreso una guerra personale e universale: figli contro genitori, mogli contro mariti, benestanti contro emarginati. La morte di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti: la lotta per il suo posto all’interno dell’amministrazione locale è un terremoto che sbriciola le fondamenta, che rimescola divisioni e alleanze. Eppure, dalla crisi totale, dalla distruzione di certezze e valori, ecco emergere una verità spiazzante, ironica, purificatrice: che la vita è imprevedibile e spietata, e affrontarla con coraggio è l’unico modo per non farsi travolgere, oltre che dalle sue tragedie, anche dal ridicolo.

Perché non l’ho mai finito: Leggerlo mi confondeva… Troppi personaggi, troppi nomi, troppe trame da ricordare.


Luigi Pirandello, Uno, Nessuno e Centomila

pirandello

Trama: “Avevo ventotto anni e sempre fin allora ritenuto il mio naso, se non proprio bello, almeno molto decente”. Ha inizio così l’odissea di Vitangelo Moscarda, quando un commento distratto della moglie lo inchioda a una tremenda verità: gli altri ci vedono in modo diverso da come ci vediamo noi stessi. La sua vicenda è lo specchio della crisi dell’io, tra prospettive che mutano e punti di riferimento che si perdono. Tra gli esiti più nuovi della letteratura del Novecento, l’ultimo romanzo di Pirandello è la storia di un naufragio dell’esistenza: in seguito al cortocircuito iniziale, il protagonista arriva ad accettare l’incompletezza di sé attraverso la via della rinuncia e della solitudine, fino all’abbandono definitivo di ogni coesione interna, fino alla follia. Come ebbe a dire l’autore stesso, dei suoi romanzi Uno, nessuno e centomila è il più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita.

Perché non l’ho mai finito: Il mio interesse nei suoi confronti è sparito da un giorno all’altro, nonostante fossi arrivata ben oltre la metà delle vicende.


E voi? Che mi dite dei vostri libri iniziati ma mai conclusi? Sentitevi liberissimi di lasciare un commento a questo post, oppure di scrivere un post sul vostro blog a riguardo… E, in quel caso, menzionatemi che sono curiosa di scoprire la vostra lista di libri iniziati e mai finiti! 😉

 

 

Libri · Recensioni

The Land of Stories – Worlds Collide

Ditemi un po’, fate per caso parte di quella percentuale di popolazione che ritiene impossibile amare alla follia un libro dalla prima all’ultima parola? Beh, sappiate che vi facevo parte anche io… Ma poi ho letto The Land of Stories – Worlds Collide e mi sono dovuta ricredere.

61xzq7t8fjl-_sx357_bo1204203200_Le vicende riprendono esattamente dal punto in cui si erano interrotte nel libro precedente: Alex, succube della maledizione inflittale da Morina e dalle altre streghe, scompare insieme all’intero bagno dell’ospedale e riappare magicamente vicino alla New York Public Library dove, nella famosissima Rose Main Reading Room – vi sfido a non averla mai vista in un film o una serie TV – , sta per aprirsi un portale che collega l’Altromondo e la Terra delle Storie. Conner, insieme a Jack, Riccioli d’Oro, Bree e Cappuccetto Rosso, vola fino a New York per cercare di salvare la sorella e il mondo intero, il quale sta per essere invaso dall’Esercito Letterario, messo in piedi dall’Uomo Mascherato ed ora guidato da Capitan Uncino, la Regina di Cuori e la Malvagia Strega dell’Ovest dopo la dipartita del primo e da un’orda di streghe, stanche di dover dividere il mondo delle fiabe con le fate. Senza la magia di Alex dalla sua parte, Conner deve fare affidamento su se stesso e su alcuni personaggi che in questo sesto libro si rivelano essere tutto tranne che marginali, come le Abbraccialibri e sua madre Charlotte, per poter liberare sua sorella dalla maledizione e mettere in salvo New York e l’intero Altromondo.

La vera bellezza di questo libro, però, non sta tanto in ciò che succede all’interno della storia che, ad eccezione di qualche piccolo colpo di scena, è abbastanza prevedibile, ma nella cornice data dal prologo e dall’epilogo, di cui non vi svelerò nulla perché voglio che rimaniate stupiti così come è successo a me. Che poi non capisco come abbia fatto a rimanere così stupita da ciò che prologo ed epilogo contengono, dato che l’avevo all’incirca individuato all’inizio del secondo libro della serie, ma dettagli.

“Happily ever after isn’t a finish line, it isn’t a paradise, and it isn’t a phenomenon that makes all your dreams come true. Happily ever after is about finding happiness within yourself and holding on to it through any storm that comes your way”.

Al termine del libro, dato che Colfer si rivolge principalmente ad un’età media che si aggira intorno ai 10/12 anni, troviamo ciò che viene definito lieto fine, anche se non è proprio di quelli tradizionali da “E vissero tutti felici e contenti”. Vi spiego meglio: alla fine, tutti si ritrovano a vivere felici e contenti, ma realizzano anche che quello che hanno vissuto fino a quel momento è forse solo l’inizio di ciò che ancora li aspetta… Dopotutto, Dio solo sa quante avventure può riservare il futuro. E questa scelta dà un senso compiuto alla citazione di Orson Welles che si trova ad inizio libro e che recita “Se volete un lieto fine, questo dipende, naturalmente, da dove interrompete la vostra storia”. Perché fondamentalmente la storia viene interrotta proprio nel momento migliore, lasciando al lettore la possibilità di viaggiare con la propria fantasia ed  immaginare mille nuove avventure per i personaggi della storia.

Sono giunta alla fine della mia recensione e, forse suonerà strano da dire, ma sento come se si stesse chiudendo un capitolo della mia vita, iniziato nell’esatto momento in cui ho deciso di andare in libreria ad acquistare il primo libro di questa serie, che mi ha dato tanto e che si è presa tanto – soprattutto parecchie ore di sonno.

VOTO: ★★★★★ (ovviamente, lol)

In caso vogliate sapere cosa ne penso dei libri precedenti, vi lascio i collegamenti alle altre recensioni:

E in caso vogliate acquistare il libro, vi lascio il link diretto alla pagina Amazon.

Preferiti del mese

Preferiti del mese | Luglio 2017

preferiti-mese

Altro appuntamento mensile con la seconda delle due rubriche del mio blog – sto progettando di aggiungerne di nuove, per arricchire ancora di più la rosa di ciò di cui posso parlare in questo mio angolo di web – per elencare i preferiti del mese appena concluso.

Canzone del mese?

Sono spiacente ma, anche per questo mese, non posso scegliere solo una canzone perché sceglierne una significherebbe escludere l’altra e questo non posso proprio farlo, dato che entrambe mi hanno tenuto compagnia per l’intero mese di luglio.

“But there are dreams that cannot be
And there are storms we cannot weather”

La prima canzone di questo mese non si distanzia molto da una delle tre scelte del mese precedente, infatti ancora una volta mi trovo ad avere a che fare con Les Misérables… Anche se, a questo giro, punto ad una cover. Infatti, in data 26/07, Darren Criss ha blessato il mondo intero con la sua versione di I Dreamed a Dream ed io non sto ascoltando altro da quando ciò e accaduto. Non sapevo quanto avessi bisogno di una versione incisa di questa cover finché non me la sono ritrovata tra le mani.

“Every gift you bring me
Got me dripping like a honeycomb
If you’ve got some sugar for me
Sugar daddy, bring it home”

La seconda scelta, ancora una volta, è l’intera colonna sonora di un altro musical che a me piace da impazzire, ovvero Hedwig and The Angry Inch. L’ho ascoltata in loop continuo ogni minuto libero, ogni volta che andavo e tornavo dal lavoro e spesso mi ritrovato a canticchiare qualche canzone così di punto in bianco senza nemmeno rendermene conto. È una colonna sonora che adoro perché si distacca completamente dal concetto di colonna sonora da musical di Broadway, perché è cattiva e arrabbiata nei punti giusti e poi si addolcisce all’improvviso e quando meno te lo aspetti. Adoro ogni singola traccia che la compone e scegliere la mia preferita al suo interno è davvero durissimo perché, ogni volta che ne parte una sono tipo “Questa è assolutamente la mia preferita” e poi a quella dopo sono di nuovo “No questa è la mia preferita” e così via fino alla fine della colonna sonora. In ogni caso, visto che faccio sempre così, mi tocca scegliere almeno una traccia per rappresentare la colonna sonora del musical e punto tutto su Sugar Daddy, solo perché è quella che ho ascoltato e canticchiato di più in questo mese.

Film del mese?

locandina

Come accade da alcuni mesi a questa parte, il tempo per guardare film è davvero poco ma, a differenza del precedente, almeno uno ho avuto il tempo di vederlo… Sto parlando de La Bella e La Bestia, uscito a marzo di quest’anno. L’ho trovato incredibile e davvero fedele alla versione della Disney, seppure con qualche cambiamento ed aggiunta che non hanno fatto altro che arricchire il quadro generale della storia. Mi ha tenuto compagnia e mi ha fatto perdere la cognizione del tempo durante la visione. Consiglio di vederlo assolutamente, perché merita davvero tanto.

Serie TV del mese?

1452345870-1762981391-volshebniki-pst

Sotto consiglio di un’amica, durante il mese di luglio ho cominciato a seguire The Magicians. Ne avevo sentito parlare diverse volte su internet, ma non l’avevo mai cominciata… E, visto che una domenica pomeriggio non avevo poi molto altro da fare, mi sono detta “Perché non vedere com’è? Se poi non mi piace pazienza”. Per cui eccomi qui, a sceglierla come serie TV del mese di luglio.
Se volete saperne di più, qui trovate la mia recensione.

Personaggio del mese?

tenor

Sempre in tema The Magicians, il personaggio del mese è Eliot Waugh. È stato amore fin dalla prima apparizione, sia per lui che per i suoi outfit alquanto eccentrici. È riuscito a farsi ricordare fin da subito e a strapparmi sempre una risata, anche nelle situazioni più critiche. E poi io ho un debole per i personaggi gay ed eccentrici – vedi Kurt Hummel in Glee – , per cui non potevo non innamorarmene in quattro e quatt’otto.

Libro del mese?

Tlos5cover

Sì, lo so che oramai sono diventata monotona… Non c’è bisogno che me lo diciate anche voi! Ma la serie de La Terra delle Storie mi ha rapito come nessun libro faceva da diversi anni – per trovare un coinvolgimento simile devo tornare indietro all’estate del 2014, quando ho letto la saga di Divergent – , per cui, anche per questo mese, il posto del libro del mese è occupato da uno di quelli di Chris Colfer, esattamente il quinto e penultimo della serie, L’Odissea di un Autore.

Citazione del mese?

“Sometimes if we want something bad enough, we have to inspire ourselves to get it. Sometimes we have to be our own superhero.”
(Chris Colfer, The Land of Stories – An Author’s Odyssey)

Ship del mese?

Anche per questo mese, nulla da segnalare sul versante ship. Che tristezza l’estate, senza nuove ship su cui disagiare *sospira pesantemente*

WWW Wednesday

WWW Wednesday | Agosto 2017

www-wednesday

Finalmente, dopo due mesi di quasi stallo, il mio WWW Wednesday si sblocca e porta nella vita del mio modesto blog qualche novità sulla frontiera della lettura.

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should Be Reading che ha lo scopo di riportare le letture concluse, le letture in corso e le letture future. Dare vita alla rubrica è davvero facile perché tutto quello da fare è rispondere a tre semplici domande:
1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


What are you currently reading?

61xzq7t8fjl-_sx357_bo1204203200_

Trama: Nella conclusione tanto attesa della serie de La Terra delle Storie, Conner e Alex devono sfidare l’impossibile: tutti i personaggi delle fiabe della Terra di Storie – eroi e cattivi – non sono più confinati nel loro mondo! Nella Grande Mela, Conner e Alex dovranno affrontare la loro battaglia più grande… Possono i due gemelli ripristinare l’ordine tra l’Altromondo e il mondo delle fiabe?


What did you recently finish reading?

Tlos5cover

Trama: L’Uomo Mascherato ha radunato il terribile Esercito Letterario per conquistare la Terra delle Storie. Al suo fianco ci sono la Malvagia Strega dell’Ovest, la Regina di Cuori e Capitan Uncino. Alex e Conner non hanno i mezzi per sconfiggerli, ma si rendono conto di avere a disposizione un’arma di inestimabile valore: la fantasia. Così comincia il viaggio dei gemelli nelle storie create da Conner per reclutare pirati, supereroi e mummie con cui combattere la battaglia finale. Nel frattempo, però, si sta disegnando un piano ancora più spaventoso, che potrebbe cambiare anche le sorti dell’Altromondo.

Come già detto nel WWW Wednesday del mese scorso, l’ho letto in lingua originale ed è stata una delle scelte migliori che io abbia mai potuto fare. Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.


What do you think you’ll read next?

41-ncdndtql

Trama: Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare. In cosa credere. E quando il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette, Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham. La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d’incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso? Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?

Avevo cominciato a leggerlo prima di mettere le mani sul sesto libro de La Terra delle Storie per cui, appena concluso quello, riprenderò senza dubbio la lettura di questo libro.

7652437_2282314

Trama: “Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori… Ve lo prometto.” Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall’altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze.

L’ho già letto alcuni anni fa e, in occasione dell’uscita della serie TV targata Netflix – di cui ho già parlato in questo post – , mi sono imbattuta nel libro in libreria e ho deciso di acquistarlo per poterlo rileggere nuovamente.

Recensioni · Serie TV

The Magicians

Dopo aver seguito il consiglio di un’amica – cosa che accade molto raramente dato che faccio quasi sempre di testa mia in tutto e per tutto – ed essermi presa del tempo per pensare a cosa scrivere a riguardo – non è vero, mi stavo solo dimenticando la mia usanza di scrivere un post sul blog – , sono qui per parlarvi dell’ultima delle serie TV che ho recuperato, ovvero The Magicians. Come già detto, mi è stata consigliata… Per via del trash presente in essa. E, dopo la fine di Pretty Little Liars, avevo così bisogno di una dose di trash che ho decido di darle un’opportunità. Del resto non è mai morto nessuno per aver cominciato una serie TV e aver scoperto che non fa per lui, giusto? Ma non c’è solo quello all’interno della serie.

1452345870-1762981391-volshebniki-pstInnanzi tutto, The Magicians segue le vicende di Quentin Coldwater e dei suoi amici Julia, Alice, Eliot, Margo, Penny e Kady. Quentin è un ragazzo che manifesta sintomi collegabili all’ansia e alla depressione, con una grande passione per la serie Fillory And Further, che si svolge in un universo parallelo che ha davvero tantissime analogie con Narnia. Le cose cambiano quando viene invitato a sostenere un esame per entrare a Brakebills, una prestigiosa e segreta scuola di magia americana. È infatti quello il punto di svolta della sua vita, quello da cui conoscerà i suoi compagni di avventura e scoprirà che la magia è reale, così com’è reale la sua tanto amata Fillory e tutti le minacce che da essa provengono.

La serie TV è attualmente composta da due stagioni, con la terza in fase di realizzazione. La prima stagione parte bene con i primi episodi – cosa che mi ha resa molto entusiasta all’inizio – , ma poi si perde e mischia buchi di trama e una buona dose di trash di tanto in tanto. La seconda, invece, è nettamente migliore: se nella prima stagione scoprono che la magia e Fillory sono reali, in quella successiva si dirigono a Fillory e scoprono un mondo tutto nuovo, piuttosto diverso da ciò che immaginavano e tutto prende una piega molto più fantasy, che ho apprezzato davvero tanto. E Dio solo sa quanto ho invidiato Quentin per aver scoperto che il suo mondo ideale esiste sul serio e per esserci potuto andare.

sub-buzz-2319-1480373320-1-jpg

In ogni caso, il trash non è l’unica cosa presente all’interno della serie. Vengono infatti trattati argomenti più seri nei cicli delle varie puntate, quali la malattia mentale, la violenza fisica e psicologica, la perdita delle persone care. C’è del trash, ma per fortuna non tutto si riduce a quello. E vi consiglio di darle un’opportunità, soprattutto perché è davvero poco conosciuta.

Libri · Recensioni

La Terra delle Storie – L’Odissea di un Autore

Quinto e penultimo – se solo ci penso già mi piange il cuore – viaggio nella Terra delle Storie. Siamo ormai giunti al giro di boa e L’Odissea di un Autore lo mette in evidenza senza alcuna vergogna, tirando le redini di tutte le questioni ancora aperte dai libri precedenti.

la-terra-delle-storie-lodissea-di-un-autore-everpopIl mondo delle fiabe è completamente allo sbaraglio dopo che l’Uomo Mascherato e il suo esercito letterario l’hanno invaso, seminando terrore e morte in ogni Regno. Proprio per questo Alex e Conner si rimboccano le maniche per l’ennesima volta e, grazie alla Pozione Portale della nonna, viaggiano attraverso le storie brevi di Conner per reclutare i loro protagonisti e convincerli ad aiutarli a salvare la Terra delle Storie. E, se nell’Altromondo, i gemelli Bailey sono occupati ad uscire da una storia per entrare in quella successiva, tutto il resto non resta di certo statico: le streghe stanno ultimando i preparativi per lanciare una maledizione su Alex, Emmerich viene rapito e Bree, in compagnia delle Sorelle Grimm, tenta di rintracciarlo… Tutto questo mentre sta per aprirsi un portale nel bel mezzo di New York che collega la Terra delle Storie e l’Altromondo.

Prima di perdermi a parlare di quello che c’è dentro al libro, vorrei sottolineare che l’ho letto in lingua originale dato che 1) non sono riuscita a reperire l’ebook in italiano e 2) ho trovato quasi per caso tutti i libri della serie in formato elettronico e in lingua inglese. E confesso che non avrei potuto compiere una scelta migliore, perché l’ho davvero adorato. Che poi sono certa che l’avrei adorato a prescindere in qualunque lingua, perché questa serie mi sta piacendo davvero troppo e non c’è attimo in cui mi penta di averla iniziata. Anzi, vorrei che mi cancellassero la memoria solo per rileggerla da capo e innamorarmene di nuovo.

“Traveling into the short stories had been all Conner could think about since he’d first had the idea. Naturally, the circumstances to warrant the trip were terrible, but he still felt the luckiest author in the world. Who else got to visit the worlds and meet the people that existed only in their imagination?”

Fatto della lingua a parte, quello che c’è dentro al libro è fenomenale: Alex e Conner viaggiano quasi senza sosta nelle storie brevi di quest’ultimo, vivendole in prima persona. Cioè, capite? Questi due ragazzini vivono il sogno di ogni lettore di fronte al proprio libro preferito e io li ho invidiati terribilmente. Le cose però non finisco qui, perché il viaggio che affrontano nelle storie brevi di Conner è, allo stesso tempo, anche un viaggio nella sua mente, che si snoda tra ciò che ha vissuto e chi ha incontrato fino a quel momento. E tutto questo mi ha fatto andare in brodo di giuggiole: c’è un motivo se ha scritto ciò che ha scritto, nulla è stato lasciato al caso.

“I learned a lot about you from your writing, possibly more than you intended to share. Perhaps as you look through your stories again, you’ll learn a thing or two about yourself”.

Ormai attendo solo di mettere le mani sull’ultimo capitolo della serie, Worlds Collide, uscito lo scorso 11 luglio… Dopodiché cadrò in depressione una volta arrivata alla fine.

VOTO: ★★★★★

In caso vogliate acquistare il libro, vi lascio il link diretto alla pagina Amazon.

WWW Wednesday

WWW Wednesday | Luglio 2017

www-wednesday

Allora… Il WWW Wednesday di questo mese non è molto diverso da quello precedente – farò un copia e incolla molto spudorato, siete avvertiti – e avevo quasi pensato di non farlo ma, visto che ci sono dei piccoli cambiamenti, lo faccio comunque lol.

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should Be Reading che ha lo scopo di riportare le letture concluse, le letture in corso e le letture future. Dare vita alla rubrica è davvero facile perché tutto quello da fare è rispondere a tre semplici domande:
1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


What are you currently reading?

Tlos5cover

Trama: L’Uomo Mascherato ha radunato il terribile Esercito Letterario per conquistare la Terra delle Storie. Al suo fianco ci sono la Malvagia Strega dell’Ovest, la Regina di Cuori e Capitan Uncino. Alex e Conner non hanno i mezzi per sconfiggerli, ma si rendono conto di avere a disposizione un’arma di inestimabile valore: la fantasia. Così comincia il viaggio dei gemelli nelle storie create da Conner per reclutare pirati, supereroi e mummie con cui combattere la battaglia finale. Nel frattempo, però, si sta disegnando un piano ancora più spaventoso, che potrebbe cambiare anche le sorti dell’Altromondo.

Ho messo la copertina della versione inglese perché lo sto leggendo in lingua originale, nonostante abbia letto i precedenti in italiano e abbia utilizzato la copertina italiana nel WWW Wednesday del mese scorso.

Inoltre, ho letto un capitolo de Il Trono di Spade. Per il resto, nulla da segnalare.


What did you recently finish reading?

9788817086288_0_0_1564_40

Trama: Conner Bailey crede che le sue avventure nel Mondo delle Fiabe siano terminate, finché non scopre un indizio misterioso lasciato dai fratelli Grimm. Con l’aiuto della sua amica Bree e della stravagante Mamma Oca, parte in missione attraverso l’Europa per decifrare un avvertimento che risale a duecento anni fa. Intanto sua sorella Alex si sta allenando per diventare Fata Madrina, ma esaudire i desideri altrui non è affatto semplice. Quando la minaccia incombe di nuovo sulla Terra delle Storie, Conner e Alex devono unirsi a tutti i re e le regine per salvare il Mondo delle Fiabe. Ma non c’è niente che possa preparare davvero i gemelli alla battaglia in arrivo… né al segreto che cambierà per sempre la loro vita.

Se volete leggere la mia recensione, cliccate qui.

carry-on

Trama: Simon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l’ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?

Se volete leggere la mia recensione, cliccate qui.

cover

Trama: L’Uomo Mascherato sta preparando il suo esercito nella Terra delle Storie; tocca ad Alex e Conner fermarlo… peccato che Alex è stata espulsa dal Consiglio delle Fate e nessuno vuole credere che il pericolo sia imminente. Con il solo aiuto del gruppo raccogliticcio di Riccioli d’Oro, Cappuccetto Rosso e Mamma Oca, i gemelli scoprono le oscure trame dell’Uomo Mascherato: possiede una potente pozione magica che gli permette di entrare in qualunque libro per reclutare tutti i più terribili cattivi delle storie. Comincia così una corsa attraverso la Terra di Oz, L’Isola che Non C’è, il Paese delle Meraviglie… Riusciranno Alex e Conner a contrastare il loro nemico o rimarranno sempre un passo indietro?

Se volete leggere la mia recensione, cliccate qui.


What do you think you’ll read next?

Per questo mese, l’incognita riguarda quello che leggerò dopo. Spoiler: non ne ho veramente idea.