Lista delle mie self-empowering songs preferite {Parte 1/3}

Salve!
Quest’oggi mi trovate tra voi con un post a cui penso da un po’ di tempo, riguardante (per chi ancora non lo sapesse o per chi mi segue e ancora non lo avesse capito) una delle mie più grandi passioni, ovvero la musica. Più nello specifico, quello che troverete di qui a breve è un vero e proprio elenco di self-empowering songs che ho trovato sfogliando da cima a fondo la libreria musicale del mio iPhone e le mie playlist su Spotify. Ma cosa si intende con il termine self-empowerment?

Il self-empowerment è un potenziamento personale per utilizzare al meglio le proprie migliori capacità, energie, potenzialità; significa diventare protagonisti della propria vita, significa essere innovativi e generativi, significa mobilitare il meglio di sé per la propria espressione e crescita.

Personalmente, adoro questo genere di canzoni e ne ho quasi una per ogni tipo di occasione. Alcune sono molto simili ad altre, tanto da sembrare un’unica canzone; altre ancora non potrebbero essere più diverse… ma il denominatore che accomuna tutte quante è il fatto che trattino self-empowerment dal primo all’ultimo verso, dalla prima all’ultima nota.

Senza perdere altro tempo, ecco a voi la prima delle tre parti in cui ho deciso di dividere la mia lista. La scelta di dividerla è dovuta al fatto che 1) ho selezionato ben 45 canzoni e che 2) metterle tutte in un unico post mi sembrava eccessivo e pesante per chiunque fosse interessato.

Roar – Katy Perry

“You held me down, but I got up
Already brushing off the dust
You hear my voice, you hear that sound
Like thunder, gonna shake the ground”

Firework – Katy Perry

“Maybe a reason why all the doors are closed
So you can open one that leads you to the perfect road
Like a lightning bolt, your heart will glow
And when it’s time, you’ll know”

Skin – Sixx A.M.

“Just rise above this
kill them with your kindness
Ignorance is blindness
They’re the ones that stand to lose”

Read All About It – Emeli Sandé

“Maybe we’re a little different
There’s no need to be ashamed
You’ve got the light to fight the shadows
So stop hiding it away”

F**kin’ Perfect – P!nk

“You’re so mean when you talk about yourself, you were wrong
Change the voices in your head, make them like you instead”

Raise Your Glass – P!nk

“So if you’re too school for cool,
And you’re treated like a fool,
You can choose to let it go
We can always, we can always,
Party on our own”

Fighter – Christina Aguilera

“Made me learn a little bit faster
Made my skin a little bit thicker
Makes me that much smarter
So thanks for making me a fighter”

Loser Like Me – Glee Cast

“All of the dirt you’ve been throwin’ my way
It ain’t so hard to take, that’s right
‘Cause I know one day you’ll be screamin’ my name
And I’ll just look away, that’s right”

Born This Way – Lady Gaga

“Don’t hide yourself in regret
Just love yourself and you’re set
I’m on the right track, baby
I was born this way”

Wig In A Box – Hedwig And The Angry Inch

“Wear it up, let it down
This is the best way that I’ve found
To be the best you’ve ever seen”

Midnight Radio – Hedwig And The Angry Inch

“Know in your soul
Like your blood knows the way
From your heart to your brain
Knows that you’re whole”

Anything’s Possible – Lea Michele

“There’s fire in me, deep down in my veins
These clouds in my head, they’re not gonna rain
There’s fight in my heart, there’s hope in my eyes
There’s hope in my eyes”

La Vita Non Ascolta – Marco Mengoni

“Non mi fido più neanche di te
Che mi giudichi e poi dici di tenerci a me
Ma non mi fido più neanche un po’
Di chi tace e non dice ciò che pensa di me”

Pronto A Correre – Marco Mengoni

“Perché per troppo tempo
Ho scelto te, dimenticando me”

La Valle Dei Re – Marco Mengoni

“Fuori dalla mia proprietà
E questa volta non la voglio una scusa”


Siamo giunti alla fine di questa prima parte della lista. Nei prossimo giorni farò posterò anche la seconda e poi la terza… A presto!

Annunci

Liebster Award 2017

Ed eccomi finalmente qua, di nuovo come disoccupata, per rispondere alla nomina ricevuta ormai qualche tempo fa al Liebster Award 2017. Se anche voi, proprio come me, non sapete proprio di cosa io stia parlando, vi basta sapere che:

img_7699.png

Il Liebster Award è un premio che i blogger conferiscono ad altri blogger con un numero inferiore di 200 followers. È strutturato tramite alcune regole ed è un ottimo modo per farsi conoscere grazie al passaparola e anche per premiare blog poco conosciuti che secondo noi meritano più notorietà di quanta in realtà ne abbiano.

Regole:

  • Ringraziare chi ti ha premiato.
  • Scrivere qualche riga (max 300 parole) per promuovere un blog interessante che seguite.
  • Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato.
  • Scrivere a piacere 11 cose di te.
  • Premiare a tua volta 11 blog.
  • Formulare 11 domande per i blogger che si nomineranno.
  • Informare i blogger del premio assegnato.

Ringraziare chi ti ha premiato

Ringrazio sentitamente L’Ultima Pagina del Blog che mi ha nominata e con cui mi scuso perché, tra un impegno e l’altro, ho trovato solo adesso il rispondere alla nomina. E grazie ancora per avermi presa in considerazione!

Scrivere qualche riga (max 300 parole) per promuovere un blog interessante che seguite

Un blog interessante che seguo è, senz’alcun dubbio, Il Lettore Curioso. Lo seguo da alcuni mesi a questa parte e non mi perdo quasi nessuno dei suoi post, i quali leggo sempre con estremo piacere, indipendentemente dall’argomento di cui parlano. E poi trovo che colei che lo gestisce (scusami, non conosco il tuo nome!) sia davvero una persona molto carina e alla mano, con cui mi sento sulla stessa lunghezza d’onda 😉

Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato

Con quale libro hai iniziato a leggere? Sarà anche uno dei cliché più gettonati, ma anche io faccio parte di quella schiera di persone che ha iniziato a leggere seriamente proprio grazie ad Harry Potter. Non che prima non lo facessi, ma quei libri sono stati per me una vera e propria svolta.

L’ultimo libro che hai regalato? Per essere precisi, in questo caso dovremmo parlare di ultimi libri regalati. Ad aprile infatti, per un compleanno, ho regalato ben quattro libri ad una cara amica: La Terra delle Storie – L’Incantesimo del Desiderio, La Terra delle Storie – Il Ritorno dell’Incantatrice, La Terra delle Storie – L’Avvertimento dei Grimm e Struck By Lightning: The Carson Phillips Journal, tutti quanti scritti da Chris Colfer.

Quanti libri hai nella tua libreria? Onestamente, non ne ho idea. Non ho mai pensato di contarli, lol. Ma credo che al centinaio di libri ci arriviamo, dai.

Vai alle presentazioni dei libri? No, non ne ho mai avuto l’occasione.

Leggi più libri contemporaneamente? Sì, a volte mi è capitato.

Porti gli occhiali? Dato che mi manca un grado in entrambi gli occhi, ho gli occhiali da vista… ma non l’obbligo di indossarli. Li uso per di più quando guardo la televisione, oppure sono al computer.

Hai mai preso un aereo? Yep. Per andare a Palermo con gli scout (ormai parliamo di 7 anni fa, credo) e per andare a Londra due volte.

Segui qualche sport? Ora come ora, no. Qualche anno fa seguivo il calcio.

Ti piace fare shopping? Assolutamente sì. E lo faccio come se fossi ricca sfondata aka senza sapermi regolare.

VIP preferito? Ne ho diversi, a seconda dell’ambito. In generale però, quello con cui mi sento più affine, è senza dubbio Chris Colfer. Avete presente quando trovate una persona con le vostre stesse idee, i vostri stessi ideali e i vostri stessi messaggi che vorreste gridare al mondo intero? Ecco, lui per me è una di quelle persone.

Qual è il tuo motto? Non ho mai pensato ad un mio motto, ad essere sincera. Forse, visto come sono, potrebbe essere un bel CAZZOMENEEEEEEEEEE dato che spesso e volentieri mi trovo impassibile di fronte a situazioni da cui gli altri che mi stanno intorno si fanno prendere fin troppo.

Scrivere a piacere 11 cose di te

  1. Mi piace cantare, ma a volte non mi piace come suona la mia voce.
  2. Adoro truccarmi e adoro i trucchi in generale, rossetti soprattutto.
  3. Mi mangiucchiavo le unghie ma ormai ho smesso. Anche se, di tanto in tanto, ho qualche piccola ricaduta.
  4. Se faccio un torto a qualcuno, se perdo qualcosa a cui tengo particolarmente, se faccio qualcosa che va anche solo minimamente contro le regole mi sento terribilmente in colpa.
  5. Sogno di diventare famosa, anche se ancora devo capire in quale ambito. Sogno che la gente mi riconosca per strada e che mi fermi per chiedermi una foto o un autografo.
  6. Vivo per il drama, anche se dico sempre di odiarlo.
  7. Ho diverse idee per scrivere un libro, ma mi manca la voglia di mettermi a scrivere. Per questo vorrei che qualcuno inventasse una penna magica che si attacca ad una tempia e che butti su carta tutte le mie idee.
  8. Ho una Moleskine piena di citazioni dai libri che ho letto e ne sono gelosissima.
  9. Vorrei che i brand di moda low-cost facessero vestiti dalle taglie più accessibili dato che, più di una volta, ho dovuto rinunciare ad un capo che mi piaceva solo perché le taglie sono sempre troppo piccole per il mio corpo.
  10. Mi piace fare lavoretti manualmente: pensare all’idea, studiare come farla e poi vedere il progetto finito mi fa sentire realizzata.
  11. Ho uno strano modo di esprimere quanto bene voglio a qualcuno: non importa il contesto, ma farò sempre la distaccata anche se a volte penso che mostrarsi affettuosi non mi farebbe di certo male.

Premiare a tua volta 11 blog

E mi fermo qui perché gli altri blog che seguo hanno tutti più di 200 followers.

Formulare 11 domande per i blogger che si nomineranno

  1. Preferisci l’estate o l’inverno?
  2. Sei più un tipo da serata in discoteca oppure da divano e film?
  3. Come reagisci alle delusioni?
  4. Hai mai comprato qualcosa che credevi ti servisse per poi pentirtene l’attimo dopo?
  5. Acqua naturale o acqua frizzante? Pepsi o Coca-Cola?
  6. Qualcosa o qualcuno che tutti amano ma che tu proprio non sopporti?
  7. Sai suonare qualche strumento? Se sì, quale? Se no, ti piacerebbe saper suonare qualcosa?
  8. Apple o Android?
  9. Ti i giochi da tavolo? Qual è il tuo preferito?
  10. Sei una persona puntuale o ritardataria?
  11. Credi nell’astrologia?

Questo è quanto.
Mi scuso ancora per l’infinito ritardo e spero che ai blog nominati faccia piacere essere stati presi in considerazione e che rispondano alla mia nomina senza sentirsene obbligati.

A presto!

Le fan fiction che ho letto e che ho amato con tutto il mio cuore

 

Ciao a tutti!
Dato che oggi mi sento in vena di confidenze, voglio condividere con voi lettori del blog quello che potremmo definire essere il mio dark side: essendo una fangirl (una ragazza o una giovane donna fan di qualcuno o qualcosa come un attore, un tipo di musica, ecc), un mio guilty pleasure sono senza dubbio le fan fiction (opera letteraria, cinematografica o televisiva scritta dai fan di un autore prendendo spunto dalle sue storie e dai suoi personaggi). Ne ho lette di ogni genere e per ogni gusto, di ogni lunghezza e ho sofferto terribilmente per quelle che non troveranno mai una fine perché gli autori hanno deciso di non continuarle oppure le hanno più semplicemente lasciate perdere per occuparsi di altro. Ma quali sono quelle che più mi hanno colpito? Ecco a voi una breve lista delle fanfiction che ho letto e che ho amato con tutto il mio cuore, divise a seconda del fandom (comunità di appassionati di un hobby, di un genere cinematografico o letterario, di un autore o di una moda) in cui sono state scritte.


Fandom One Direction

Titolo: Permanent
Autore: scottmcniceass
Lingua: Inglese
Trama: A ventisei anni, Liam si è fatto un nome come uno dei migliori giocatori di football della sua generazione. Un incidente d’auto rischia però di mettere fine alla sua carriera in maniera permanente. Deprezzo e pieno d’odio verso il mondo, Liam torna nella sua città natale per prendersi un po’ di tempo e ritrovare se stesso. Di certo non si aspetta di trovare le cose come le aveva lasciate anni prima, così come non si aspetta di trovare qualcosa che potrebbe volerlo far restare lì permanentemente, ma è ciò che trova.

Potete trovarla su archiveofourown.org, anche se per leggerla è necessaria la registrazione.

Titolo: Until The Last Petal Falls
Autore: eleanor_rigby
Lingua: Italiano
Trama: Il padre di Sophia non l’ha presa molto bene, quando sua figlia e Liam gli hanno rivelato di non volersi sposare. Arrabbiato, fugge dal villaggio e sparisce. E’ Liam a trovarlo, prigioniero nel castello di un principe sfregiato e sfigurato, e si sacrifica al posto del padre della sua migliore amica per salvarlo. Vivere in quel castello con quello che appare come un mostro, però, non è brutto come sembra.

Potete trovarla su efpfanfic.net, dove non è necessaria la registrazione.

Titolo: So let’s stay, I’ll come another day
Autore: sophieisgod
Lingua: Inglese
Trama: Zayn incontra Liam nel 1999, mentre oscilla sul cancello del suo cortile sul retro. Liam incontra Zayn nel 2010, mentre ammazza il tempo dentro ad un McDonald’s nel giorno più importante della sua vita. Insieme vivono avventure, conquistano il mondo e si innamorano. Una storia sul destino, il tempo, il libero arbitrio, la strana genetica, gli universi paralleli, i tatuaggi significativi, l’improvvisa nudità, i pianti da sesso e una maglietta di Batman.

Potete trovarla, in lingua originale, su archiveofourown.org, dove non è necessaria la registrazione. In alternativa, potete trovarla tradotta su efpfanfic.net, dove invece è necessaria la registrazione.

Titolo: Who’s that shadow holding me hostage?
Autore: Romancemesomeziam
Lingua: Inglese
Trama: Zayn crede che Liam, l’amore della sua vita, sia morto durante una missione di guerra quando un giorno s’imbatte in lui in una caffetteria. Presto però realizzerà che un’amnesia si è portato via la versione di Liam che conosceva alla perfezione e a cui aveva chiesto di sposarlo, per lasciare posto ad una versione del tutto sconosciuta. Non è facile lasciare andare i ricordi di una persona ed imparare ad amarne un’altra quando queste condividono lo stesso aspetto fisico, ma è una sfida che Zayn è pronto ad accettare.

Potete trovarla su archiveofourown.org, dove non è necessaria la registrazione.


Fandom Glee

Titolo: The Sidhe
Autore: Chazzam
Lingua: Inglese
Trama: Blaine ha dodici anni quando vede uno Sidhe per la prima volta. Ha la pelle pallida e luminosa e le orecchie a punta, ed è la cosa più bella che lui abbia mai visto. Blaine scoprirà di essere uno dei pochi esseri umani a Villalu a pensarla così. Scoprirà che il mondo può essere ingiusto, sbagliato, crudele, e che le persone possono esserlo anche di più. Scoprirà cosa significhi perdere tutto, poi lottare, vincere, perdere, respirare soltanto per un’altra persona. Scoprirà cosa significhi amare, amare davvero, dentro due occhi blu profondi come l’oceano.

Potete trovarla, in lingua originale, su fanfiction.net oppure su archiveofourown.org, dove non è necessaria la registrazione. In alternativa, potete trovarla tradotta su efpfanfic.net, dove è invece necessaria la registrazione.

Di questa fan fiction esistono inoltre tre spin-off, intitolati rispettivamente The King and the Criminal, Wear My Tattoo e Mine and Yours. Potete trovarli sia in lingua originale, sia tradotti in italiano (fatta eccezione per il terzo).
The King and the Criminal: fanfiction.net // efpfanfic.net (trad.)
Wear My Tattoo: fanfiction.net // archiveofourown.org // efpfanfic.net (trad.)
Mine and Yours: fanfiction.net // archiveofourown.org

Esistono anche due drabbles, che potete trovare in lingua originale su fanfiction.net e su archiveofourown.org e tradotte su efpfanfic.net.

Una versione riveduta e modificata di questa fan fiction è stata pubblicata come libro. Potete trovarlo comodamente su Amazon per 15,73€, così come il suo sequel per 14,21€.

Se volete saperne cosa ne penso del libro (e della fan fiction), vi lascio il link alla mia recensione.

Titolo: Let Me Be Your Sun
Autore: _hurricane
Lingua: Italiano
Trama: Quando Blaine viene assunto da un ricco signore per dare ripetizioni a suo figlio, non sa ancora che la sua vita cambierà. Non sa ancora che conoscerà un ragazzo misterioso e bellissimo, la pelle bianca come la neve e troppo fragile per sopportare i raggi del sole. Non sa ancora che si innamorerà di tutti i segreti nascosti nell’abisso dei suoi occhi azzurri. Questa è la storia di Kurt e Blaine, e di come si sono amati.

Potete trovarla su efpfanfic.net, dove non è necessaria la registrazione. Inoltre, esiste anche una raccolta di missing moments della storia, che potete trovare sempre su efpfanfic.net.

Recensione | The Sidhe

Buona domenica, carissimi!
Oggi mi trovo qui con una recensione alla quale ho pensato davvero a lungo, dato che non riuscivo a trovare dentro di me le parole giuste con cui esprimere quello che il libro in questione mi ha lasciato durante la lettura. Spero con tutto il cuore che le parole che troverete più sotto vi aiutino a comprendere almeno in minima parte ciò che questo libro ha creato dentro di me, senza che vi spaventiate troppo.

25446799Titolo: The Sidhe
Autore: Charlotte Ashe
Pagine: 442
Editore: Interlude Press
Trama: Fin dalla sua infanzia, Brieden Lethiscir ha sempre ammirato gli Sidhe, i magnifici e magici esseri nativi del mondo delle Faerie al di fuori di Villalu. Anche se è cresciuto in una cultura che accetta gli Sidhe come schiavi dell’élite di Villalu, Brieden vi si oppone quando diventa assistente del principe Dronyen, il quale è crudelmente abusivo nei confronti del suo schiavo sidhe, Sehrys. Incantato dalla bella e misteriosa creatura, Brieden promette di liberare Sehrys e di riportarlo a casa. Mentre scappano dalla capitale e compiono un insidioso viaggio verso Il Confine, Brieden e Sehrys diventano sempre più intimi. Brieden presto imparerà il vero potere degli Sidhe e che il mondo che credeva di conoscere non è ciò che sembra. Se sopravviveranno fino al Confine, dovrà infatti compiere una scelta: l’amore della sua vita o il destino del suo mondo?

Recensione:
Ho terminato di leggere questo libro una settimana fa e, ancora, stento a trovare un degno successore come mia prossima lettura. Direi che questo dovrebbe dirvela lunga su quanto io abbia apprezzato questo libro.
The Sidhe nasce come fan fiction sulla coppia gay formata da Kurt e Blaine di Glee nel lontano 2011 ed è, per quanto ne so, una delle fan fiction più conosciute e più amate dai fan della coppia, me stessa compresa. Soltanto che io l’ho scoperta con anni di ritardo, quando ho finalmente deciso di dare un’opportunità alla serie tv (se volete sapere cosa ne penso, andate qui). Ed è così che ho conosciuto The Sidhe, come una bella fan fiction che mi ha presa e trascinata nel suo mondo senza che io le dessi il consenso. Ma è così che succede con le cose belle, giusto?
Una volta terminata la lettura della fan fiction, facendo ricerche, ho poi scoperto che, con le giuste modifiche, la fan fiction era diventata un libro e che questo libro era stato pubblicato, per cui mi sono armata di computer, sono andata alla ricerca di tale versione della storia e sono riuscita a reperirla. Ho lasciato trascorrere alcuni mesi tra la lettura delle due versioni, in modo da non leggere quasi la stessa cosa di seguito, ed ora eccomi finalmente qui a parlarvene.

Brieden (Blaine) e Sehrys (Kurt) non potrebbero essere più diversi: il primo è umano, con tutti i suoi pregi ed i suoi difetti, ed una durata di vita nella media; l’altro è uno Sidhe, un essere di una bellezza rara, dalla pelle chiara e le orecchie a punta, dotato di magia e con un’aspettativa di vita che va ben oltre quella di qualunque umano. Le loro anime però sono legate tra loro in ogni modo possibile, rendendoli ciò che noi definiamo come anime gemelle. Ed è questo il pilastro fondamentale su cui si basa l’intero libro: l’innegabile fatto che, nonostante le differenze tra loro, nonostante le differenze tra i loro mondi, nonostante tutte le persone che si mettono tra loro, Brieden e Sehrys sono destinati a stare insieme. Per cui sì, The Sidhe è principalmente una storia d’amore, con tanto di scene di sesso ampiamente descritte senza alcuna vergogna o tabù. In un mondo che non ci vede nulla di male nella schiavitù e nell’abuso fisico e psicologico degli Sidhe da parte degli umani, Brieden e Sehrys si ritrovano a compiere insieme un viaggio da un capo all’altro del mondo conosciuto, che permetterà loro di conoscersi a vicenda e di conoscere se stessi, di imparare a fidarsi l’uno dell’altro e di innamorarsi in maniera così profonda che quasi sembrerebbe siano abituati a farlo in ognuna delle loro vite che hanno vissuto. Le emozioni dei personaggi affiorano durante la lettura e trasudano da ogni singola parola, invitando inconsciamente il lettore a prendere posto in prima fila per un giro sulle montagne russe in compagnia dei vostri sentimenti.
E, se le cose si limitano a questo nella fan fiction (che, fidatevi, non è poco), nel libro è stata aggiunta quella che è una vera e propria trama secondaria, che mostra cosa succede nel resto del mondo dopo che Brieden e Sehrys intraprendono il loro viaggio, che porta con sé nuovi e originali personaggi, che porta con sé più misteri e più complotti, che stuzzica ancora di più la voglia di sapere del lettore e ha portato con sé la possibilità di proseguire la storia con un secondo libro, intitolato The King and The Criminal, che non vedo l’ora di leggere (anche se, sicuramente, lo farò tra un bel po’ di tempo, in modo da godermi la lettura nel miglior modo possibile).

Voto: ★★★★★

In caso foste interessati, potete acquistare il libro su Amazon (esiste sono in lingua inglese) per € 15,82.

Preferiti del mese | Settembre 2017

preferiti-mese

Salve!
Dopo il WWW Wednesday di qualche giorno fa, eccomi qua con la seconda rubrica mensile di questo blog, con tutti i preferiti del mese di settembre, concluso da appena una settimana.

Canzone del mese?

“What about all the plans that ended in disasters?
What about love? What about trust?
What about us?”

What About Us di P!nk è senza dubbio la canzone del mese di settembre. Ricordo ancora il pomeriggio in cui l’ho ascoltata per pura curiosità e mi sono detta “Okay è carina, ma niente di che”… Poi ho visto il video ed è stato amore infinito e incondizionato.

Film del mese?

Nessuno, perché non ho visto film. O, meglio, ho rivisto Les Mis ma eviterò di parlarvene ancora dato che ne avevo già parlato qualche mese fa.

Serie TV del mese?

defenders_key-art

Senza dubbio alcuno, Marvel’s The Defenders. Ho fatto un binge watching piuttosto pesante e, ogni volta che mi trovavo lontano dal pc, non vedevo l’ora di tornarci di fronte per continuare la visione della serie. Mi ha preso davvero tanto e l’ho trovata davvero un buon prodotto.

Personaggio del mese?

ky_markham_by_justkidding_ily-d4r0281

Ky Markham, nato dalla penna di Ally Condie. È misterioso quel tanto che serve per renderlo intrigante, è terribilmente intelligente ma cerca di non darlo a vedere per non farsi notare più di quanto già il suo stato di Aberrazione non faccia. E poi come si fa a non innamorarsi di un ragazzo che ti recita poesie o ti insegna a scrivere in un mondo in cui è proibito farlo? La cultura è sempre un asso nella manica, niente da fare.

Libro del mese?

Città_di_cenere

Assolutamente e indubbiamente Città di Cenere, perché mi ha coinvolta fin da subito e mi ha fatto rivalutare la saga di Shadowhunters così tanto che non vedo l’ora di sapere come proseguono le vicende.

Citazione del mese?

Giuramento Parabatai:
“Whither thou goest, I will go;
Where thou diest, will I die
And there will I be buried:
The Angel do so to me, and more also,
If aught but death part thee and me”.

Ship del mese?

Direttamente da Marvel’s The Defenders, lo spazio dedicato alla ship del mese è tutto per Daredevil ed Elektra. Perché una ship dove c’è angst e tremenda tensione sessuale non può di certo passare inosservata ai miei occhi.

dd-ep5-18-30

tumblr_o4b1skvr9n1svkdfno1_500

tumblr_ouw9o6jhgj1uqfsrjo8_500

7644c29cfa81893e8

WWW Wednesday | Ottobre 2017

www-wednesday

Salve!
Nuovo mese (siamo già ad ottobre, ci rendiamo conto?!) e, anche se con un giorno di ritardo per via degli impegni al di fuori di internet che sembrano non finire mai, eccomi col nuovo WWW Wednesday *festeggia ballando la conga*

Come mio solito, vi ricordo che:

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should Be Reading che ha lo scopo di riportare le letture concluse, le letture in corso e le letture future. Dare vita alla rubrica è davvero facile perché tutto quello da fare è rispondere a tre semplici domande:
1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


What are you currently reading?

25446799

Trama: Fin dalla sua infanzia, Brieden Lethiscir ha sempre ammirato gli Sidhe, i magnifici e magici esseri nativi del mondo delle Faerie al di fuori di Villalu. Anche se è cresciuto in una cultura che accetta gli Sidhe come schiavi dell’élite di Villalu, Brieden vi si oppone quando diventa assistente del principe Dronyen, il quale è crudelmente abusivo nei confronti del suo schiavo sidhe, Sehrys. Incantato dalla bella e misteriosa creatura, Brieden promette di liberare Sehrys e di riportarlo a casa. Mentre scappano dalla capitale e compiono un insidioso viaggio verso Il Confine, Brieden e Sehrys diventano sempre più intimi. Brieden presto imparerà il vero potere degli Sidhe e che il mondo che credeva di conoscere non è ciò che sembra. Se sopravviveranno fino al Confine, dovrà infatti compiere una scelta: l’amore della sua vita o il destino del suo mondo?


What did you recently finish reading?

512vgf-s1il

Trama: “Il Codice” è il manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune?

Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.

Città_di_cenere

Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.

Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.


What do you think you’ll read next?

crossedlight

Trama: Per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima, un sofisticato sistema informatico creato dalla Società ha scelto come suo promesso Xander, il suo migliore amico: doveva essere il compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Infatti il ragazzo che lei ama è Ky Markham, un’Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può comprendere le mancanze e i difetti del Sistema che governa le loro esistenze. Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana da un destino già programmato e si mette in viaggio verso le estreme frontiere della nazione per ricongiungersi a Ky, che è stato rapito e portato nei campi di lavoro dove la Società confina coloro che non ritiene idonei. Il percorso di Cassia sarà duro e pieno di ostacoli, ma proprio quando ogni speranza di rivederlo sembra perduta verrà a sapere che Ky si è rifugiato tra i profondi canyon che circondano la Società, luoghi ancora inesplorati dove non c’è traccia di vita umana. È proprio tra quelle gole che la ragazza farà la scoperta che muterà la sua vita e le permetterà di capire che non tutto è perduto e che dentro quel mondo apparentemente immobile e perfetto c’è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia sarà finalmente libera di scegliere.

Recensione | Shadowhunters – Il Codice

Buona domenica pomeriggio a tutti quanti, miei dolci lettori! ❤
Dopo la pesante settimana che si sta apprestando a concludersi con questa nuvolosa giornata, eccomi tornata da voi con una nuova recensione. Siamo ancora una volta all’interno dell’universo di Shadownunters, creato da Cassandra Clare, nel quale andrei molto volentieri a vivere, se solo si potesse fare.

512vgf-s1ilTitolo: Shadowhunters – Il Codice
Autore: Cassandra Clare & Joshua Lewis
Pagine: 312
Editore: Mondadori
Trama: “Il Codice” è il manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune?

Recensione:

“Benvenuto e congratulazioni. Sei stato scelto per diventare uno dei Nephilim. Presto, sempre che tu non l’abbia già fatto, berrai dalla Coppa Mortale, ricevendo in te il sangue degli angeli, e diventerai uno degli Shadowhunters, così chiamati dal fondatore del nostro ordine. Noi siamo perennemente dediti alla lotta contro le forze dell’oscurità che insidiano il nostro mondo. Inoltre, conserviamo la pace nel Mondo delle Ombre – le società occulte di magia e le creature magiche plasmate dai demoni contro cui lottiamo – e lo teniamo celato a quello dei mondani. E d’ora in poi questo sarà anche il tuo compito. Sarai un protettore, un difensore, un cavaliere nel nome degli angeli. Sarai addestrato a combattere i demoni, a proteggere i mondani, a interagire con il complesso panorama dei Nascosti – lupi mannari, vampiri e simili – in cui ti imbatterai. La tua sarà una vita spesa alla ricerca dell’angelico contrapposto al demoniaco. E quando morirai, morirai con gloria.”

Dopo la fine di Città di Cenere, mi sono trovata di fronte ad un bivio: avevo bisogno di leggere qualcosa per staccare dalla saga di The Mortal Instrument, eppure non volevo allontanarmi in maniera netta dal mondo di Shadownunters, per cui ho deciso di buttarmi nella lettura del Codice.
Come si evince dal titolo, il libro in questione è un vero e proprio codice per gli Shadowhunter, in cui spiega la loro missione, i loro usi e costumi e i punti cardine della loro cultura. Il libro si rivolge al lettore come se fosse prossimo ad entrare nei ranghi dei cacciatori di demoni, coinvolgendolo fin dalle prime pagine. Ovviamente c’è qualche parte un po’ più noiosa rispetto alle altre, ma nulla di davvero allarmante. Diviso in capitoli, mostra una panoramica completa sul mondo degli Shadowhunters, con approfondimenti utili a comprendere come funziona quel mondo e di quali tradizioni si serve. È come un manuale delle Giovani Marmotte per Shadowhunters, in pratica.

Voto: ★★★ e ½

In caso foste interessati, potete acquistarlo su Amazon per 12,75€.

 

Must Read Book Tag

Salve!
Siccome nei prossimi giorni sarò un po’ assente dal blog perché vado a trovare un’amica che si laurea, prima di andarmene ne approfitto per aggiornare il blog con un nuovo book tag, il Must Read Book Tag, anche questo trovato per caso su Google. Spero vi piaccia e che qualcuno dei lettori abbia voglia di riproporlo sul suo blog 😉

 

In che modo, solitamente, scopri nuovi libri da leggere?

Solitamente, ero solita recarmi in libreria quando mi andava di comprare qualche libro nuovo e di passarci ore dentro, alla ricerca del libro perfetto per quel momento tra le diverse proposte sugli scaffali; ultimamente, però, mi sono resa conto che scopro sempre più libri nuovi da leggere grazie ai blog che seguo qui su WordPress.

I premi letterari influenzano la tua wishlist?

Per niente, lol. Non so nemmeno quali siano i premi letterari, figuriamoci. #dajedeignoranza

Ti senti in dovere di leggere libri considerati opere fondamentali della letteratura?

No, per niente. Ho diversi libri considerati fondamentali negli scaffali della libreria che ho in casa, ma non ne ho mai letto nemmeno mezzo.

I libri che desideri leggere sono influenzati dal punteggio che hanno su Goodreads?

Non molto, in realtà. Un’occhiata al punteggio non me la faccio mai mancare quando li inserisco nella mia reading list, però.

Quali sono, secondo te, alcuni dei libri più sottovalutati?

Domanda abbastanza difficile, anche perché non sono solita guardare questo genere di cose. Esistono tanti libri per tutti i gusti, non credo ne esistano di sottovalutati. Se proprio devo rispondere, almeno qui in Italia, direi che come libri abbastanza sottovalutati abbiamo tutti quelli scritti da Chris Colfer.

Quali libri hai comprato perché tutti ne parlano positivamente?

Per lo stesso discorso tanti libri per tanti gusti, non ho mai comprato alcun libro solo perché sentivo che tutti ne parlavano in maniera positiva. Preferisco fare di testa mia, toccando le copertine, leggendo le trame ed un paio di righe a casaccio dai libri prescelti prima di decidere se acquistarlo o meno.

 

Siamo giunti alla fine del book tag.
Alla prossima e buone letture

Recensione | Shadowhunters – Città di Cenere

Buon pomeriggio a tutti!
Per vostra immensa gioia (quindi quella di nessuno, lol) sono ancora qui, caparbia come sempre, a raccontarvi di ciò che ho finito da poco di leggere. Senza perdere altro tempo, passo subito alla parte interessante di questo post.

Città_di_cenereTitolo: Shadowhunters – Città di Cenere
Autore: Cassandra Clare
Pagine: 467
Editore: Mondadori
Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.

Recensione:
Dopo il rapporto un po’ meh (se volete saperne di più, vi invito a leggere la mia recensione) con Città di Ossa, eccomi qua a riprovarci di nuovo con la saga di Shadowhunters. E sono parecchio soddisfatta di aver dato a questi libri una seconda occasione.
I fatti riprendono da dove terminava il primo romanzo ma, nonostante questo, confesso di aver fatto un po’ di fatica a capire dove fossimo rimasti, questo perché seguo la serie TV (che si è parecchio distaccata dai libri ed è oltretutto più avanti nelle vicende) e oltretutto ho iniziato il libro mentre stavo facendo un rewatch di entrambe le stagioni. Passato questo momento di disorientamento iniziale, poi tutto è filato liscio come l’olio.
Esattamente come credevo (e come mi ero augurata alla fine dell’altro libro), la narrazione si allarga e va ad includere sia nuovi personaggi, sia vecchi personaggi che in precedenza erano rimasti decisamente sullo sfondo. Rispetto a Città di Ossa, non abbiamo quasi solo ed esclusivamente il punto di vista di Clary, ma una rosa di punti di vista differenti, con vicende che si intrecciano e si scontrano le une alle altre.
Accadono tante cose in rapida successione e le pagine, sotto ai miei occhi, si susseguivano velocemente e senza che me ne rendessi realmente conto. E delle tante cose che succedono, ci tengo particolarmente a citarne due, una negativa ed una negativa. Per quanto riguarda quest’ultima, non ho per niente apprezzato la testardaggine e l’insistenza di Jace nel voler intrattenere a tutti i costi un legame di tipo amoroso con Clary, nonostante la “scoperta” di essere fratello e sorella… Capisco il sentimento provato, capisco tutto quanto, ma TE DICO FERMATE. La cosa positiva, invece, sono senz’alcun dubbio i Malec: se nella serie TV mi hanno regalato delle gioie, qua nel libro mi hanno letteralmente blessata di gioie con i loro piccoli momenti. Che poi, in realtà, tra loro avviene poco e niente di concreto ma i dialoghi, gli sguardi, i particolari (primo su tutti Alec che ha le chiavi dell’appartamento di Magnus) e i sottintesi tra loro mi hanno fatto esplodere il cuore e sciogliere come un cubetto di ghiaccio sul termosifone.

In conclusione, non so se sia stato il fatto che stavo facendo un rewatch della serie, il fatto che ho comprato i libri in versione cartacea o il fatto che questo libro sia effettivamente migliore rispetto al precedente, ma mi è piaciuto davvero parecchio.

Voto: ★★★★

In caso siate interessati, potete comodamente acquistare il libro da Amazon.

Recensione | The Night Shift

Ciao a tutti!
Quest’oggi, mi trovo qui sul blog per parlarvi di una serie TV che seguo da alcuni anni e che personalmente adoro in maniera davvero assurda. Sto parlando di The Night Shift, medical drama composto da quattro stagioni (complete) e in onda dal 2014 sul canale americano NBC.

the-night-shift-atx-festival

Sì, okay… Esistono un’infinità di medical drama. Eppure, The Night Shift è completamente diversa da tutte le altri che ho visto o che ho provato a vedere. Mi spiego meglio.

Prima di tutto, l’ambientazione non è tutto l’ospedale, ma il pronto soccorso del fittizio Sant’Antonio Memorial Hospital, in Texas. E questo, a mio parere, è molto meno dispersivo perché sappiamo sempre dove siamo e quali attrezzature hanno a disposizioni i medici e gli infermieri che vediamo in azione. Ci sono comunque delle eccezioni, come le sale operatorie situate ovviamente nel reparto di chirurgia.

tumblr_n83nwxne2p1qd1s6no1_500

Un’altra cosa che rende The Night Shift diversa da tutti gli altri medical drama, sono i rapporti tra i personaggi. Nel corso delle varie puntate, troviamo l’amore, l’odio, la simpatia tra i vari medici ed infermieri, ma la serie TV non è costruita solo su questo come mi è capitato di vedere in altre. I rapporti tra i personaggi rimangono sullo sfondo e non risultano invadenti, facendo così spiccare la parte medica del prodotto. Insomma, la serie non si limita ad essere un insieme di citazioni ad effetto e musiche strappalacrime.

tumblr_nn54ugkzlg1rntxqeo1_500

Last but not least, i vari casi che vengono affrontati di settimana in settimana: alcuni sono forti e difficili da dimenticare, altri sono più leggeri e cinque minuti dopo che hai concluso la puntata già non li ricordi più, ma non è questo il punto. Infatti i casi sono sempre collegati al background personale di qualcuno e, grazie a questo, viene sempre messa in risalto la parte umana dei personaggi. A volte si lasciano coinvolgere troppo e altre volte rimangono fin troppo distaccati; a volte le loro idee politiche e religiose offuscano per buona parte della puntata il loro giudizio ma, alla fine, trovano sempre la luce in fondo al tunnel.

tenor

 

Spero sinceramente che quanto detto vi abbia convinto a dare una chance a questa serie TV, perché è davvero poco conosciuta qui in Italia e perché, a mio parere, merita molto più di altri medical drama che ci hanno propinato nel corso degli anni.