Recensione | L’Albero Storto (Ediz. illustrata)

Buon tardo pomeriggio!

Anche oggi eccomi tra voi. E lo faccio con un nuova recensione di un libro che non ho nemmeno realizzato di aver letto quando l’ho fatto (capirete perché andando avanti nella lettura del post), ma che ho ovviamente letto, altrimenti non sarei qui a scrivere la mia recensione.

Okay, bene.
Dopo questo inutile sproloquio, passiamo alle cose interessanti.

 

91xlbfs9r5lTitolo: L’albero storto (edizione illustrata)
Autore: Chris Colfer
Pagine: 32
Editore: Rizzoli
Trama: C’era una volta una bambina infelice perché gli altri bambini la prendevano in giro per come parlava, come si vestiva e perché la giudicavano “strana”. Un giorno scappò nel bosco dove vide un albero che non aveva mai visto prima: le radici erano tortuose, il tronco curvo e i rami arrotolati verso il cielo. Altra stranezza: questo albero parlava, e sapeva ascoltare. Stando insieme a lui, la bambina imparò che ogni creatura è unica, e questa unicità è qualcosa da onorare, e non da deridere.

Recensione:
Dopo un po’ di tempo, torno finalmente nel mio universo preferito: la Terra delle Storie. E lo faccio con questo piccolo libricino, che non altro che uno spin-off della serie originale.
La storia dell’albero storto viene ripresa dal primo libro della serie de La Terra delle Storie (cliccate qui se volete saperne di più) ed è senza dubbio un libro più adatto ad un pubblico di bambini, per via delle meravigliose illustrazioni di Brandon Dorman a tutta pagina e delle pochissime righe di parole ad accompagnare ognuna di esse (ecco, ora sapete perché non ho avuto l’impressione di leggerlo mentre, in realtà e come già detto, è una cosa che ho fatto). Non per questo, però, non mi è piaciuto. Anzi, l’ho trovato davvero molto piacevole in quei dieci minuti in cui l’ho letto.
Il linguaggio è semplice e diretto, senza troppi giri di parole, in maniera che anche i lettori più piccoli possano comprendere la morale contenuta nella storia: siamo individui unici ed è proprio questa unicità a renderci ciò che siamo, quindi dobbiamo esaltarla e non deriderla.

Voto: ★★★★

In caso siate interessati all’acquisto, potete trovarlo su Amazon per 10,50€.

Annunci

Teaser Tuesday #01 – Adventures from the Land of Stories: The Mother Goose Diaries di Chris Colfer

teaser2btuesday

Buona sera lettori!
Siccome quella di oggi è stata una giornata particolarmente noiosa, ho deciso di inaugurare una nuova rubrica qui sul blog, scoperta grazie ad un post di Milioni di Particelle. Sto parlando del Teaser Tuesday, ideato dal blog Should be Reading.

Si compone di alcuni semplici regole:

  • Prendi il libro che stai leggendo
  • Aprilo su una pagina a caso
  • Condividi un piccolo spezzone di quella pagina
  • ATTENZIONE A NON INCLUDERE SPOILER! (Assicurati che quello che condividi non sia troppo, non vorrai di certo rovinare il libro agli altri!)
  • Condividi il titolo e l’autore, in modo che gli altri partecipanti alla rubrica, se interessati, possano aggiungere il libro alla loro lista di libri da leggere

Attualmente, dopo diverse settimane di indecisione, ho deciso di leggere Adventures from the Land of Stories: The Mother Goose Diaries di Chris Colfer, disponibile esclusivamente in lingua inglese.

Ecco il mio teaser:

“This isn’t even the worst I’ve seen,” the Fairy Godmother said. “Women and children are also slaughtered in times of war. Mercy is a very rare privilege in this world”.


Cosa ne pensate di questa nuova rubrica? Carina, no?
Sentitevi pure liberi di commentare questo post con un link al vostro Teaser Tuesday, oppure con un teaser del libro che state attualmente leggendo (in caso non abbiate un blog vostro). E con questa rubrica ci sentiamo tra due settimane, dato che ho optato per un appuntamento bimensile, al contrario delle altre già presenti sul blog (WWW Wednesday e Preferiti del mese) che invece sono mensili.

Alla prossima!

Recensione | The Sidhe

Buona domenica, carissimi!
Oggi mi trovo qui con una recensione alla quale ho pensato davvero a lungo, dato che non riuscivo a trovare dentro di me le parole giuste con cui esprimere quello che il libro in questione mi ha lasciato durante la lettura. Spero con tutto il cuore che le parole che troverete più sotto vi aiutino a comprendere almeno in minima parte ciò che questo libro ha creato dentro di me, senza che vi spaventiate troppo.

25446799Titolo: The Sidhe
Autore: Charlotte Ashe
Pagine: 442
Editore: Interlude Press
Trama: Fin dalla sua infanzia, Brieden Lethiscir ha sempre ammirato gli Sidhe, i magnifici e magici esseri nativi del mondo delle Faerie al di fuori di Villalu. Anche se è cresciuto in una cultura che accetta gli Sidhe come schiavi dell’élite di Villalu, Brieden vi si oppone quando diventa assistente del principe Dronyen, il quale è crudelmente abusivo nei confronti del suo schiavo sidhe, Sehrys. Incantato dalla bella e misteriosa creatura, Brieden promette di liberare Sehrys e di riportarlo a casa. Mentre scappano dalla capitale e compiono un insidioso viaggio verso Il Confine, Brieden e Sehrys diventano sempre più intimi. Brieden presto imparerà il vero potere degli Sidhe e che il mondo che credeva di conoscere non è ciò che sembra. Se sopravviveranno fino al Confine, dovrà infatti compiere una scelta: l’amore della sua vita o il destino del suo mondo?

Recensione:
Ho terminato di leggere questo libro una settimana fa e, ancora, stento a trovare un degno successore come mia prossima lettura. Direi che questo dovrebbe dirvela lunga su quanto io abbia apprezzato questo libro.
The Sidhe nasce come fan fiction sulla coppia gay formata da Kurt e Blaine di Glee nel lontano 2011 ed è, per quanto ne so, una delle fan fiction più conosciute e più amate dai fan della coppia, me stessa compresa. Soltanto che io l’ho scoperta con anni di ritardo, quando ho finalmente deciso di dare un’opportunità alla serie tv (se volete sapere cosa ne penso, andate qui). Ed è così che ho conosciuto The Sidhe, come una bella fan fiction che mi ha presa e trascinata nel suo mondo senza che io le dessi il consenso. Ma è così che succede con le cose belle, giusto?
Una volta terminata la lettura della fan fiction, facendo ricerche, ho poi scoperto che, con le giuste modifiche, la fan fiction era diventata un libro e che questo libro era stato pubblicato, per cui mi sono armata di computer, sono andata alla ricerca di tale versione della storia e sono riuscita a reperirla. Ho lasciato trascorrere alcuni mesi tra la lettura delle due versioni, in modo da non leggere quasi la stessa cosa di seguito, ed ora eccomi finalmente qui a parlarvene.

Brieden (Blaine) e Sehrys (Kurt) non potrebbero essere più diversi: il primo è umano, con tutti i suoi pregi ed i suoi difetti, ed una durata di vita nella media; l’altro è uno Sidhe, un essere di una bellezza rara, dalla pelle chiara e le orecchie a punta, dotato di magia e con un’aspettativa di vita che va ben oltre quella di qualunque umano. Le loro anime però sono legate tra loro in ogni modo possibile, rendendoli ciò che noi definiamo come anime gemelle. Ed è questo il pilastro fondamentale su cui si basa l’intero libro: l’innegabile fatto che, nonostante le differenze tra loro, nonostante le differenze tra i loro mondi, nonostante tutte le persone che si mettono tra loro, Brieden e Sehrys sono destinati a stare insieme. Per cui sì, The Sidhe è principalmente una storia d’amore, con tanto di scene di sesso ampiamente descritte senza alcuna vergogna o tabù. In un mondo che non ci vede nulla di male nella schiavitù e nell’abuso fisico e psicologico degli Sidhe da parte degli umani, Brieden e Sehrys si ritrovano a compiere insieme un viaggio da un capo all’altro del mondo conosciuto, che permetterà loro di conoscersi a vicenda e di conoscere se stessi, di imparare a fidarsi l’uno dell’altro e di innamorarsi in maniera così profonda che quasi sembrerebbe siano abituati a farlo in ognuna delle loro vite che hanno vissuto. Le emozioni dei personaggi affiorano durante la lettura e trasudano da ogni singola parola, invitando inconsciamente il lettore a prendere posto in prima fila per un giro sulle montagne russe in compagnia dei vostri sentimenti.
E, se le cose si limitano a questo nella fan fiction (che, fidatevi, non è poco), nel libro è stata aggiunta quella che è una vera e propria trama secondaria, che mostra cosa succede nel resto del mondo dopo che Brieden e Sehrys intraprendono il loro viaggio, che porta con sé nuovi e originali personaggi, che porta con sé più misteri e più complotti, che stuzzica ancora di più la voglia di sapere del lettore e ha portato con sé la possibilità di proseguire la storia con un secondo libro, intitolato The King and The Criminal, che non vedo l’ora di leggere (anche se, sicuramente, lo farò tra un bel po’ di tempo, in modo da godermi la lettura nel miglior modo possibile).

Voto: ★★★★★

In caso foste interessati, potete acquistare il libro su Amazon (esiste sono in lingua inglese) per € 15,82.

WWW Wednesday | Ottobre 2017

www-wednesday

Salve!
Nuovo mese (siamo già ad ottobre, ci rendiamo conto?!) e, anche se con un giorno di ritardo per via degli impegni al di fuori di internet che sembrano non finire mai, eccomi col nuovo WWW Wednesday *festeggia ballando la conga*

Come mio solito, vi ricordo che:

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should Be Reading che ha lo scopo di riportare le letture concluse, le letture in corso e le letture future. Dare vita alla rubrica è davvero facile perché tutto quello da fare è rispondere a tre semplici domande:
1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?
3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


What are you currently reading?

25446799

Trama: Fin dalla sua infanzia, Brieden Lethiscir ha sempre ammirato gli Sidhe, i magnifici e magici esseri nativi del mondo delle Faerie al di fuori di Villalu. Anche se è cresciuto in una cultura che accetta gli Sidhe come schiavi dell’élite di Villalu, Brieden vi si oppone quando diventa assistente del principe Dronyen, il quale è crudelmente abusivo nei confronti del suo schiavo sidhe, Sehrys. Incantato dalla bella e misteriosa creatura, Brieden promette di liberare Sehrys e di riportarlo a casa. Mentre scappano dalla capitale e compiono un insidioso viaggio verso Il Confine, Brieden e Sehrys diventano sempre più intimi. Brieden presto imparerà il vero potere degli Sidhe e che il mondo che credeva di conoscere non è ciò che sembra. Se sopravviveranno fino al Confine, dovrà infatti compiere una scelta: l’amore della sua vita o il destino del suo mondo?


What did you recently finish reading?

512vgf-s1il

Trama: “Il Codice” è il manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune?

Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.

Città_di_cenere

Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.

Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.


What do you think you’ll read next?

crossedlight

Trama: Per Cassia Reyes le regole del gioco sono cambiate. Solo poco tempo prima, un sofisticato sistema informatico creato dalla Società ha scelto come suo promesso Xander, il suo migliore amico: doveva essere il compagno perfetto, ma una macchina non può comandare il cuore. Infatti il ragazzo che lei ama è Ky Markham, un’Aberrazione, un individuo che la Società considera pericoloso e indegno di essere promesso a qualcuno. Un errore che proietta Cassia in una nuova dimensione di verità e conoscenza dove può comprendere le mancanze e i difetti del Sistema che governa le loro esistenze. Scoprendo dentro di sé una forza che non sapeva di possedere, Cassia si allontana da un destino già programmato e si mette in viaggio verso le estreme frontiere della nazione per ricongiungersi a Ky, che è stato rapito e portato nei campi di lavoro dove la Società confina coloro che non ritiene idonei. Il percorso di Cassia sarà duro e pieno di ostacoli, ma proprio quando ogni speranza di rivederlo sembra perduta verrà a sapere che Ky si è rifugiato tra i profondi canyon che circondano la Società, luoghi ancora inesplorati dove non c’è traccia di vita umana. È proprio tra quelle gole che la ragazza farà la scoperta che muterà la sua vita e le permetterà di capire che non tutto è perduto e che dentro quel mondo apparentemente immobile e perfetto c’è un seme di cambiamento e di libertà. Una ribellione sta montando, e Cassia sarà finalmente libera di scegliere.

Recensione | Shadowhunters – Il Codice

Buona domenica pomeriggio a tutti quanti, miei dolci lettori! ❤
Dopo la pesante settimana che si sta apprestando a concludersi con questa nuvolosa giornata, eccomi tornata da voi con una nuova recensione. Siamo ancora una volta all’interno dell’universo di Shadownunters, creato da Cassandra Clare, nel quale andrei molto volentieri a vivere, se solo si potesse fare.

512vgf-s1ilTitolo: Shadowhunters – Il Codice
Autore: Cassandra Clare & Joshua Lewis
Pagine: 312
Editore: Mondadori
Trama: “Il Codice” è il manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune?

Recensione:

“Benvenuto e congratulazioni. Sei stato scelto per diventare uno dei Nephilim. Presto, sempre che tu non l’abbia già fatto, berrai dalla Coppa Mortale, ricevendo in te il sangue degli angeli, e diventerai uno degli Shadowhunters, così chiamati dal fondatore del nostro ordine. Noi siamo perennemente dediti alla lotta contro le forze dell’oscurità che insidiano il nostro mondo. Inoltre, conserviamo la pace nel Mondo delle Ombre – le società occulte di magia e le creature magiche plasmate dai demoni contro cui lottiamo – e lo teniamo celato a quello dei mondani. E d’ora in poi questo sarà anche il tuo compito. Sarai un protettore, un difensore, un cavaliere nel nome degli angeli. Sarai addestrato a combattere i demoni, a proteggere i mondani, a interagire con il complesso panorama dei Nascosti – lupi mannari, vampiri e simili – in cui ti imbatterai. La tua sarà una vita spesa alla ricerca dell’angelico contrapposto al demoniaco. E quando morirai, morirai con gloria.”

Dopo la fine di Città di Cenere, mi sono trovata di fronte ad un bivio: avevo bisogno di leggere qualcosa per staccare dalla saga di The Mortal Instrument, eppure non volevo allontanarmi in maniera netta dal mondo di Shadownunters, per cui ho deciso di buttarmi nella lettura del Codice.
Come si evince dal titolo, il libro in questione è un vero e proprio codice per gli Shadowhunter, in cui spiega la loro missione, i loro usi e costumi e i punti cardine della loro cultura. Il libro si rivolge al lettore come se fosse prossimo ad entrare nei ranghi dei cacciatori di demoni, coinvolgendolo fin dalle prime pagine. Ovviamente c’è qualche parte un po’ più noiosa rispetto alle altre, ma nulla di davvero allarmante. Diviso in capitoli, mostra una panoramica completa sul mondo degli Shadowhunters, con approfondimenti utili a comprendere come funziona quel mondo e di quali tradizioni si serve. È come un manuale delle Giovani Marmotte per Shadowhunters, in pratica.

Voto: ★★★ e ½

In caso foste interessati, potete acquistarlo su Amazon per 12,75€.

 

Must Read Book Tag

Salve!
Siccome nei prossimi giorni sarò un po’ assente dal blog perché vado a trovare un’amica che si laurea, prima di andarmene ne approfitto per aggiornare il blog con un nuovo book tag, il Must Read Book Tag, anche questo trovato per caso su Google. Spero vi piaccia e che qualcuno dei lettori abbia voglia di riproporlo sul suo blog 😉

 

In che modo, solitamente, scopri nuovi libri da leggere?

Solitamente, ero solita recarmi in libreria quando mi andava di comprare qualche libro nuovo e di passarci ore dentro, alla ricerca del libro perfetto per quel momento tra le diverse proposte sugli scaffali; ultimamente, però, mi sono resa conto che scopro sempre più libri nuovi da leggere grazie ai blog che seguo qui su WordPress.

I premi letterari influenzano la tua wishlist?

Per niente, lol. Non so nemmeno quali siano i premi letterari, figuriamoci. #dajedeignoranza

Ti senti in dovere di leggere libri considerati opere fondamentali della letteratura?

No, per niente. Ho diversi libri considerati fondamentali negli scaffali della libreria che ho in casa, ma non ne ho mai letto nemmeno mezzo.

I libri che desideri leggere sono influenzati dal punteggio che hanno su Goodreads?

Non molto, in realtà. Un’occhiata al punteggio non me la faccio mai mancare quando li inserisco nella mia reading list, però.

Quali sono, secondo te, alcuni dei libri più sottovalutati?

Domanda abbastanza difficile, anche perché non sono solita guardare questo genere di cose. Esistono tanti libri per tutti i gusti, non credo ne esistano di sottovalutati. Se proprio devo rispondere, almeno qui in Italia, direi che come libri abbastanza sottovalutati abbiamo tutti quelli scritti da Chris Colfer.

Quali libri hai comprato perché tutti ne parlano positivamente?

Per lo stesso discorso tanti libri per tanti gusti, non ho mai comprato alcun libro solo perché sentivo che tutti ne parlavano in maniera positiva. Preferisco fare di testa mia, toccando le copertine, leggendo le trame ed un paio di righe a casaccio dai libri prescelti prima di decidere se acquistarlo o meno.

 

Siamo giunti alla fine del book tag.
Alla prossima e buone letture

Recensione | Shadowhunters – Città di Cenere

Buon pomeriggio a tutti!
Per vostra immensa gioia (quindi quella di nessuno, lol) sono ancora qui, caparbia come sempre, a raccontarvi di ciò che ho finito da poco di leggere. Senza perdere altro tempo, passo subito alla parte interessante di questo post.

Città_di_cenereTitolo: Shadowhunters – Città di Cenere
Autore: Cassandra Clare
Pagine: 467
Editore: Mondadori
Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.

Recensione:
Dopo il rapporto un po’ meh (se volete saperne di più, vi invito a leggere la mia recensione) con Città di Ossa, eccomi qua a riprovarci di nuovo con la saga di Shadowhunters. E sono parecchio soddisfatta di aver dato a questi libri una seconda occasione.
I fatti riprendono da dove terminava il primo romanzo ma, nonostante questo, confesso di aver fatto un po’ di fatica a capire dove fossimo rimasti, questo perché seguo la serie TV (che si è parecchio distaccata dai libri ed è oltretutto più avanti nelle vicende) e oltretutto ho iniziato il libro mentre stavo facendo un rewatch di entrambe le stagioni. Passato questo momento di disorientamento iniziale, poi tutto è filato liscio come l’olio.
Esattamente come credevo (e come mi ero augurata alla fine dell’altro libro), la narrazione si allarga e va ad includere sia nuovi personaggi, sia vecchi personaggi che in precedenza erano rimasti decisamente sullo sfondo. Rispetto a Città di Ossa, non abbiamo quasi solo ed esclusivamente il punto di vista di Clary, ma una rosa di punti di vista differenti, con vicende che si intrecciano e si scontrano le une alle altre.
Accadono tante cose in rapida successione e le pagine, sotto ai miei occhi, si susseguivano velocemente e senza che me ne rendessi realmente conto. E delle tante cose che succedono, ci tengo particolarmente a citarne due, una negativa ed una negativa. Per quanto riguarda quest’ultima, non ho per niente apprezzato la testardaggine e l’insistenza di Jace nel voler intrattenere a tutti i costi un legame di tipo amoroso con Clary, nonostante la “scoperta” di essere fratello e sorella… Capisco il sentimento provato, capisco tutto quanto, ma TE DICO FERMATE. La cosa positiva, invece, sono senz’alcun dubbio i Malec: se nella serie TV mi hanno regalato delle gioie, qua nel libro mi hanno letteralmente blessata di gioie con i loro piccoli momenti. Che poi, in realtà, tra loro avviene poco e niente di concreto ma i dialoghi, gli sguardi, i particolari (primo su tutti Alec che ha le chiavi dell’appartamento di Magnus) e i sottintesi tra loro mi hanno fatto esplodere il cuore e sciogliere come un cubetto di ghiaccio sul termosifone.

In conclusione, non so se sia stato il fatto che stavo facendo un rewatch della serie, il fatto che ho comprato i libri in versione cartacea o il fatto che questo libro sia effettivamente migliore rispetto al precedente, ma mi è piaciuto davvero parecchio.

Voto: ★★★★

In caso siate interessati, potete comodamente acquistare il libro da Amazon.

Recensione | Matched

Salve carissimi!
Finalmente è di nuovo domenica (l’unico mio giorno libero da quando ho cominciato a lavorare), per cui ne approfitto e colgo subito l’occasione per parlavi della mia ultima lettura conclusa giusto ieri pomeriggio, con tanto di pattern molto più serio e sensato per la mia recensione.

41-ncdndtql

Titolo: Matched
Autore: Ally Connie
Pagine: 350
Editore: Fazi Editore
Trama: Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare. In cosa credere. E quando il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette, Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham. La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d’incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso? Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?

Recensione:
Finalmente torno al mio genere preferito di letture, gli young adult. Avevo questo libro nella mia reading list da qualche anno ormai e verso l’inizio del mese scorso, sfogliando tra i libri disponibili nel mio Kobo, ho sentito che era arrivato il momento giusto per iniziarlo. E l’ho fatto senza troppe aspettative perché, dopo libri come Divergent e seguiti, che mi hanno letteralmente rapito il cuore, non contavo di trovare un’ulteriore distopia interessante in così poco tempo. Nonostante ciò, col procedere nella lettura mi sono dovuta ricredere perché più andavo avanti e più mi sentivo intrigata da tutte le questioni che venivano tirate in ballo, nessuna delle quali è affrettata o buttata al vento tanto per scrivere qualcosa in un momento morto della narrazione. E la narrazione procede lenta, ma allo stesso tempo rapida: ogni avvenimento ne innesca automaticamente un altro, senza lasciare al lettore la possibilità di prendere una boccata d’aria fresca prima di buttarsi a capofitto in quello successivo; eppure ad ogni cosa viene dato il giusto tempo, in modo da non trovarsi a dire “bello, ma accade tutto troppo velocemente”.
Tra i personaggi, fatta eccezione per Cassia, dal cui punto di vista sono raccontate le vicende, emerge senza alcun dubbio la figura di Ky, ragazzo dal passato misterioso e piuttosto turbolento, che potrebbe eccellere in qualunque cosa ma che preferisce rimanere nella media per non dare più di tanto nell’occhio. Quando lo incontriamo la prima volta, la sua storia è un’enorme incognita e solo col tempo ci verrà svelata a piccole dosi, grazie a dei disegni fatti su tovaglioli di carta che Ky consegna a Cassia di tanto in tanto durante le loro escursioni nel bosco. E, credetemi, se vi dico che finirete per innamorarvi anche voi di Ky attraverso gli occhi di Cassia proprio come, direbbe Jonh Green, ci si addormenta: prima piano piano e poi tutto in una volta. Perché è così che Ky e Cassia si scoprono innamorati dell’altro, senza alcuna fretta o pressione, tra versi di poesie dimenticate da secoli e lettere in corsivo tracciate nel fango del sottobosco lontano da tutto e tutti.
Dal canto suo, Cassia è un personaggio particolare: quando le vicende cominciano, ha infatti tutte le parvenze della perfetta Mary Sue da distopia young adult e solo la visione del volto di Ky, insieme alla poesia di cui le fa regalo suo Nonno in punto di morte (Non andartene docile in quella buona notte di Dylan Thomas), sblocca qualcosa in lei, rendendola molto più reale e umana di ciò che sembra all’inizio. E da quel momento, Cassia non se ne va docile di fronte a nulla, ragione su ciò che vede e su ciò che sente, anche quando la posta in gioco è estremamente alta.

Come spero abbiate compreso da questa mia recensione, il libro mi ha decisamente stupita in positivo e, senza alcun dubbio, presto leggerò anche gli altri due volumi che lo seguono e che, insieme a questo, compongono la trilogia Matched, ovvero Crossed e Reached.

Voto: ★★★★

In caso siate interessati all’acquisto del libro, potete comodamente trovarlo su Amazon.

Book Buying Book Tag

Buona sera!

Nella noia di qualche pomeriggio fa, ho deciso di googlare le parole book tag e di raccogliere idee per proporne di nuovi, di tanto in tanto, qui sul blog. Ed oggi tocca al Book Buying Book Tag, una serie di domande riguardo l’acquisto di libri, proprio come dice il titolo stesso. Spero sia di vostro gradimento 😉

 Dove compri i tuoi libri?

Quasi sempre in libreria, sono ancora affezionata al cartaceo dopotutto. Mi è capitato anche di acquistare ebook online, ma giusto un paio di volte… Giusto in occasione di promozioni o sconti particolari.

Preordini i libri e se sì lo fai online o in negozio?

Di solito non preordino i libri: aspetto il giorno dell’uscita e poi mi reco in libreria per vedere se ce l’hanno. L’unico libro che ho preordinato in vita mia è stata la versione originale di The Fault in Our Stars e l’ho fatto direttamente in libreria, dopo essere andata a vedere se fosse disponibile o meno.

In media quanti libri acquisti al mese?

Non ne ho assolutamente idea, lol. Perché ci sono mesi in cui compro una montagna di libri e altri in cui non ne compro nemmeno mezzo. Se dovessi fare una media, forse sarebbero un paio di libri al mese.

Usi la biblioteca locale?

Non per i libri; ci andavo giusto per studiare quando ancora frequentavo l’università. Anche se devo ammettere che qualche libro scoperto sugli scaffali della biblioteca è entrato nella mia reading list.

Come ti senti rispetto ai negozi di beneficenza e libri di seconda mano?

Tranquilla… Come altro dovrei sentirmi? Non li uso perché non ne conosco e non credo nemmeno ce ne sia qualcuno dove abito. Se sapessi qualcosa, mi ci recherei senza problemi, anche perché magari trovo qualcosa di interessante.

Tieni i libri che leggi nello stesso scaffale dei libri ancora da leggere?

Yep. L’unica divisione che ho fatto tra i miei libri è quella tra i preferiti, che occupano la mensola sopra la scrivania, e tutti gli altri, nel mobile accanto alla scrivania.

Pianifichi di leggere tutti i libri che possiedi?

L’intento sarebbe quello… È sempre stato quello. Peccato che le new entry si mettano sempre in mezzo, lol.

Cosa fai con i tuoi libri che pensi non leggerai mai o che non ti piacciono?

Niente. Sono sullo scaffale a prendere polvere, in attesa di essere letti. Ho solo un paio di libri, nella mensola più in alto sopra la scrivania, un po’ nascosti, che non mi sono piaciuti e di cui mi vergogno un po’ di averli letti – stiamo parlando di libri abbastanza trash.

Hai mai donato dei libri?

Una volta soltanto e da piccola alla biblioteca della scuola elementare.

Ti sembra di acquistare troppi libri?

Onestamente no. Ma, considerando che ho dovuto comprare un e-reader perché o me ne andavo io dalla camera o smettevo di comprare libri cartacei, forse sì.

WWW Wednesday | Settembre 2017

www-wednesday

Dopo che le cose si erano fatte più interessanti nel post dello scorso mese, questo WWW Wednesday torna ad essere un po’ monotono… Ma non troppo. Come sempre, prima di incominciare, vi ricordo che:

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì ideata dal blog Should Be Reading che ha lo scopo di riportare le letture concluse, le letture in corso e le letture future. Dare vita alla rubrica è davvero facile perché tutto quello da fare è rispondere a tre semplici domande:

1. What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

2. What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

3. What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?


What are you currently reading?

41-ncdndtql

Trama: Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare. In cosa credere. E quando il volto di Xander appare sullo schermo dell’Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette, Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un’altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham. La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d’incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso? Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere?


What did you recently finish reading?

61xzq7t8fjl-_sx357_bo1204203200_

Trama: Nella conclusione tanto attesa della serie de La Terra delle Storie, Conner e Alex devono sfidare l’impossibile: tutti i personaggi delle fiabe della Terra di Storie – eroi e cattivi – non sono più confinati nel loro mondo! Nella Grande Mela, Conner e Alex dovranno affrontare la loro battaglia più grande… Possono i due gemelli ripristinare l’ordine tra l’Altromondo e il mondo delle fiabe?

Se volete saperne di più, vi lascio il link alla mia recensione.


What do you think you’ll read next?

Città_di_cenere

Trama: Clary Fray vorrebbe soltanto che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima, vita. Ma non c’è niente di normale nella sua vita se può vedere licantropi, vampiri e altri Nascosti, se sua madre è in un coma magicamente indotto e lei scopre di essere uno Shadowhunter, un cacciatore di demoni. Se Clary si lasciasse il mondo dei Cacciatori alle spalle avrebbe più tempo per Simon (forse più di un amico ormai). Ma è il mondo dei Cacciatori che non è disposto a lasciar andare lei, soprattutto Jace, il suo affascinante, permaloso fratello appena ritrovato. Per Clary l’unico modo di salvare la madre è inseguire Valentine, il cacciatore ribelle, che è probabilmente pazzo, sicuramente malvagio e anche, purtroppo, suo padre. A complicare le cose a New York si moltiplicano gli omicidi dei figli dei Nascosti. E la città diventa sempre più pericolosa, anche per uno Shadowhunter come Clary.