Libri · Recensioni · Serie TV

13 Reasons Why

Eccomi ancora una volta a parlare di una nuova serie targata Netflix, la quale mi ha tenuto compagnia per tutto lo scorso weekend con un binge watching abbastanza pesante (sto parlando di 13 episodi in poco più di ventiquattr’ore).

Ciao a tutti, ragazze e ragazzi. Qui è Hannah Baker. Dal vivo e in stereofonia. Niente rimpatriate. Niente bis. E stavolta, neppure una richiesta. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette, è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori… Ve lo prometto.


13reasonsposter13 Reasons Why
(Tredici da noi in Italia) racconta dell’adolescente Clay Jansen che, al ritorno a scuola, trova davanti alla porta di casa una scatole da scarpe contenente sette audiocassette, sulle quali sono stati registrati i tredici motivi (due motivi per ogni audiocassetta) che hanno spinto la sua amica Hannah Baker a suicidarsi. Per quanto mi riguarda, conosco la storia dal 2013, anno in cui ho letto il libro omonimo su cui la storia si basa. La mia gioia nel poter finalmente vederne un adattamento non ve la sto neanche a spiegare.
Seppure con alcune divergenze, sia il libro che la serie tv sono due ottimi prodotti che fanno riflettere sul tema sempre attuale del bullismo e delle sue gravi conseguenze. In particolare, è stato interessante vedere come ciò che può essere considerata una stupidaggine assuma spessore se collocata in un determinato contesto. Hannah viene screditata, additata come una ragazza facile e tanto altro… E ogni cosa si somma alla precedente, creando un buco nero che la risucchia, finché togliersi la vita sembra essere l’unica situazione plausibile.

Sai solo quello che succede nella tua vita, non in quella degli altri. E quando danneggi una parte della vita di qualcuno, non danneggi solo quella parte. Purtroppo non puoi essere preciso e selettivo. Quando danneggi una parte della vita di qualcuno, stai danneggiando tutta la sua vita. Tutto… Influenza tutto.

Il ritmo della narrazione non è serrato, anzi. Tutto scorre con tranquillità, tracciando il quadro completo che il suicidio di Hannah ha lasciato dietro di sé: i Baker che cercano giustizia per la figlia, il comportamento dei ragazzi che hanno già avuto modo di ascoltare le cassette, il percorso di Clay alla scoperta dei tredici motivi. Rispetto al libro, che si limita a raccontare solo di Clay ed Hannah, il panorama è decisamente più ampio.
Ho trovato spaventoso il modo in cui, soprattutto nelle prime puntate, le false dicerie riguardo Hannah si diffondono a macchia d’olio per tutta la scuola. Sono state queste, in primis, che l’hanno portata ad allontanarsi sempre di più dagli altri, in egual misura al modo in cui gli altri si sono allontanati da lei per colpa di esse. A qualcuno è importato, ma non abbastanza… E questa è, purtroppo, la dura verità contro la quale ci si ritrova a sbattere la faccia una volta arrivati alla fine della storia.

16bafd19efa33c7dd3058bd87bff80cc

netflix-13-reason-why-l-tcavkn

Mi sento in dovere di consigliare sia il libro che la serie tv, perché rientrano in quella categoria di cose incapaci di lasciarti indifferente. Avrete da pensare, arrivati alla fine.
Concludo il post con quella che si può considerare un’informazione di servizio: sul sito change.org è stata lanciata una petizione per la visione della serie nelle scuole. Se volete diventare sostenitori, o anche solo saperne di più a riguardo, la trovate qui.

 

 

Annunci

2 thoughts on “13 Reasons Why

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...