Recensioni · Serie TV

Marvel’s Iron Fist

Dopo Daredevil, Jessica Jones e Luke Cage – che ancora non ho avuto il piacere di “conoscere” aka non ho ancora visto – , nella giornata del 17 marzo scorso, è approdato su Netflix anche l’ultimo componente del quartetto dei Defenders, ovvero Iron Fist. Rispetto agli altri, di cui conoscevo la storia a grandi linee ancor prima di iniziare la rispettiva serie, Danny Rand & Co. erano perfetti sconosciuti per me e devo confessare che sono stata molto felice di fare la loro conoscenza.

if-gao

Per chiunque non sapesse di cosa sto parlando, vi riassumo la trama in poche righe: Danny Rand, dopo essere sparito dalla circolazione per 15 anni a seguito di un incidente aereo in cui ha perso i genitori, torna a New York con locandina64l’intenzione di riprendere in mano l’azienda di famiglia, la Rand Enterprise, e di combattere il crimine grazie alla sua spiccata maestria nell’arte del kung-fu e la capacità di evocare il potere del Pugno d’acciaio. Questo è ciò che avviene nelle 13 puntate al momento disponibili. Se volete saperne di più, Netflix – oppure lo streaming illegale – è pronto a darvi ulteriori risposte.

La prima cosa che si nota guardando Iron Fist è senza dubbio l’atmosfera, che è molto più leggera rispetto alle altre serie già citate. Insomma, fin dal primi minuti della storia abbiamo un mezzo hippy, con la barba incolta, sporco e senza scarpe che vaga per New York come se fosse appena arrivato nel Paese dei Balocchi… Che tutto sia più leggero mi sembra una cosa più che logica. Ma questo si nota anche procedendo con la visione: non c’è il tormento che si ritrova in Daredevil, che lotta continuamente con se stesso perché il confine tra bene e male è sempre più sottile; o quello che viene evidenziato in Jessica Jones, rimasta per troppo tempo succube di Killgrave e ancora spaventata e segnata dall’esperienza avuta. Ci tengo a precisare che questo non è un male, perché al mondo non possono esserci sempre e solo personaggi tormentati e complicati. Iron Fist è una boccata di aria fresca nella collaborazione tra Netflix e Marvel, credetemi.

tumblr_omyu6pz2nb1qd49gbo1_r1_500

Se il tono più leggero della serie non è stato un male, non posso però dire lo stesso del ritmo incostante degli episodi. In alcuni c’era troppo e in altri troppo poco e, chiaramente, i secondi si sono rivelati lenti e noiosi rispetto ai primi. Gli avvenimenti potevano essere distribuiti in maniera più equa nell’arco narrativo a disposizione, in modo da non sovraccaricare il pubblico di informazioni in una sola puntata e lasciarlo completamente a secco in quella dopo.

if-claire-temple

Un altro punto a sfavore sono i personaggi, anche questi non gestiti alla meglio. Danny è divertente, ma a tratti poco interessante – sembra quasi di guardare di una puntata di Orange is the New Black, dove tutti sono più interessanti e simpatici e utili del protagonista della serie – ; Claire è troppo sempre presente e tutto quello che fa ogni volta che apre bocca è ricordarci quanto ne abbia abbastanza di gente intenzionata a combattere il crimine; Jeri Hogart è messa lì a casaccio per un paio di puntate, senza far capire in che modo è legata ai Rand e cos’è successo quando era tirocinante presso la Rand Enterprise. Fortunatamente non tutti subiscono questa spiacevole sorte e mi riferisco ai Meachum, a Madame Gao e a Colleen. Loro sì che sono ben sfruttati e ben caratterizzati, tant’è che mi sono profondamente innamorata di Ward, ma questa è un’altra storia e non ve ne parlerò qui.

tumblr_on8i8azmhz1uqfsrjo4_540

Seppur riconoscendo che poteva essere fatto di meglio visto il tempo e il materiale a disposizione, promuovo Iron Fist come serie. Spero che i punti deboli messi in evidenza vengano attenuati nelle stagioni successive e che i personaggi vengano utilizzati un po’ meglio. E, per tutti quelli che hanno detto che la serie fa schifo, Ward Meachum sends his regards:

tumblr_on0ov0kmca1qe3p9bo3_540

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...