Libri · Recensioni

Harry Potter e la maledizione dell’erede / Gli animali fantastici: dove trovarli

Siccome dopo la mia laurea dello scorso 20 dicembre sono ufficialmente disoccupata, ho iniziato questo 2017 all’insegna della nullafacenza più totale, fatta eccezione per la lettura. E così in appena tre giorni mi sono divorata ben due libri – non troppo impegnativi, okay, ma sempre due volte erano.
Ma fatemene parlare subito, che forse è meglio.

HARRY POTTER E LA MALEDIZIONE DELL’EREDE

harry-potter-8-351x540Era dal lontano 2007 che le mie mani non stringevano più un libro di questa saga, quindi potete immaginare la mia infinita gioia nel momento in cui l’ho ricevuto in dono lo scorso settembre. Ho dovuto però attendere fino a questo nuovo anno per poterlo leggere in tranquillità e senza pensieri.
Tutto riparte dal punto in cui Harry Potter e i doni della morte ci lascia: Harry, Ginny, Ron ed Hermione stanno salutando i loro figli in partenza per Hogwarts. Fin dalle prime righe dello scriptbook è facile intuire che Albus, secondogenito di Harry e Ginny, sarà uno dei protagonisti delle vicende narrate. Sull’espresso per Hogwarts conosce Scorpius, figlio di Draco, e tra i due è subito amicizia.
Okay, fermiamoci un attimo perché a me è partita una ship a dir poco indegna per questi due ragazzetti. Insomma, non si possono scrivere frasi come Scorpius e Albus si guardano e tra di loro avviene qualcosa e pretendere che non vengano shippati, perché non si può.
Ship a parte, Scorpius e Albus arrivano a Hogwarts e vengono smistati entrambi in Serpeverde. Se anni prima i loro padri erano conosciuti e popolari, la stessa cosa non si può dire dei loro figli, Albus in primis, che è un po’ ignorantello e che un po’ fa l’incompreso perché sembra piacergli. Di Scorpius non posso dire niente, se non che è obbligato a convivere con il fatto che molti credono sia il figlio di Voldemort.
Tutto procede tranquillo fino al loro terzo/quarto anno, quando Albus origlia una conversazione tra suo padre e Amos Diggory, dove quest’ultimo chiede di tornare indietro nel tempo per salvare suo figlio Cedric, che come ben sappiamo è morto durante il Torneo Tremaghi. Così Albus trascina Scorpius in questa avventura e a loro si aggiunge Delphi, che si presenta come nipote di Amos. Viaggiano nel tempo con una GiraTempo rubata dall’ufficio del Ministro della Magia aka Hermione e cercano di alterare gli esiti delle prove del torneo per salvare la vita del ragazzo, ma ogni volta che tornano al presente realizzano che le cose non sono proprio come le avevano lasciate e creano realtà alternative che BARRY ALLEN LEVATE PROPRIO. E poi… Beh, poi leggete il libro, mica posso raccontarvi tutto quanto io.
Ho letto pareri molto discordanti su questo libro e, per la maggior parte, sono stati negativi. Personalmente l’ho letto senza alcuna aspettativa particolare e non mi è per niente dispiaciuto, nonostante le caratterizzazioni di alcuni dei vecchi personaggi che sono del tutto OOC e il fatto che Voldemort abbia un figlio. Cioè, capite? Voldemort, che non poteva amare perché concepito sotto l’influenza di un filtro d’amore e tutte le altre cose, con un figlio. Ma ce lo vedete con ago e filo tutto intento a cucire il costume di Carnevale da Mangiamorte al figlio, oppure a regalargli un serpentello come animale domestico? E il marmocchio avrebbe o meno il naso? So che vi state immaginando il Signore Oscuro che cuce, non mi fate mica fessa.
Quindi okay, questo è quanto. Non mi sento di consigliarlo visto che non aggiunge nulla alla storyline che già conosciamo, ma se volete tornare per un po’ nel mondo magico di Harry Potter questo è in assoluto il miglior modo di farlo – almeno al momento, poi chissà che ci riserverà il futuro.

VOTO: ★★★★

In caso vogliate acquistare il libro, vi lascio il link diretto alla pagina Amazon.


GLI ANIMALI FANTASTICI: DOVE TROVARLI
815meiplugl

Dopo aver visto al cinema Animali fantastici e dove trovarli a novembre, mi è venuto impossibile non aggiungerlo alla mia lista di lettura. Di per sé il libro non è altro che una piccola enciclopedia sugli animali magici che si trovano all’interno del mondo di Harry Potter, scritta da Newt Scamander, che imita il libro di cui usufruiscono gli studenti di Hogwarts durante i loro studi. C’e quindi un’introduzione, dove viene spiegato il criterio di classificazione dei vari animali, c’è la biografia dell’autore e ci sono le descrizioni fisiche, caratteriali e comportamentali di diversi animali fantastici in ordine alfabetico.
Non è eccessivamente lungo ed è simpatico, soprattutto nella versione che replica quella di Harry, nella quale il ragazzo si è divertito a commentare qua e là alcune delle informazioni riportate. E mi ha fatto venire voglia di accendere la PlayStation e giocare ad Harry Potter e il Calice di Fuoco, nel quale appaiono parecchi degli animali citati.

VOTO: ★★★★★

In caso vogliate acquistare il libro, vi lascio il link diretto alla pagina Amazon.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...